LUKAS MALEK FINISCE OTIII

thumb-1920-11362.png
ENGLISH FOLLOWS
E’ veramente con grande piacere che io e Renata annunciamo il completamento di OTIII di Lukas.
Abbiamo seguito Lukas dopo la sua attestazione di Clear, e ci ha dato veramente dentro.
Il suo universo e la sua vita si sono ribaltati molte volte durante il Livello ma Lukas ce l’ha fatta ed ha raggiunto il traguardo. BRAVO!!!
§§§§§§§§§

SUCCESSO

Questo livello è stato intenso per me. I cambiamenti nella mia vita sono stati straordinari e di una grandezza tale che prima del livello non avevo il coraggio per affrontarli. Tutto l’auditing fa questo in vari gradi di intensità. Sempre più intensi mano mano che avanzi sul Ponte, e questa cosa è probabilmente naturale. Con l’auditing sono riuscito ad abbattere barriere enormi e grazie a quello ho realizzato che stavo ancora vivendo la vita di qualcun altro. Molti miei sogni non erano miei, molti comportamenti, cose che dovevo fare, scopi, motivazioni, pensieri……

Alle volte sentivo persino  la “perdita” nel doverli abbandonare. Mi sento come se mi fossi gettato in un tunnel infuocato e pieno di spade aguzze e che poi sono riuscito ad attraversare e ad uscire dalla parte opposta.

Bruciacchiato, ripulito e solamente me stesso a mio agio e con il fuoco negli occhi. Non un santo, non immacolato e non ero un semidio con poteri sovrannaturali. Sono molto più me stesso, e questa cosa non la scambierei per niente al mondo!

Certamente sì, la mia intenzione è aumentata e mi sembra di avere molto più controllo sulle mie dinamiche. Mi sono anche sentito molto strano nel capire quanto poco controllo avessi in precedenza!

Grazie Claudio, tutto il mio rispetto, sei una ispirazione per me.

Facciamo il IV presto, OK?

ENGLISH

This level was intense for me. The changes in my life were extraordinary and of magnitute I hadn´t  had the courage to face before. All auditing does that to a degree. Always to a greater, as is probably natural, as you move up the bridge. I broke the barriers in auditing that made me realize I´d still lived a life of somebody else. Many of my dreams weren´t mine, endeavours, cycles, goals, motivations, thoughts… It was even a loss sometimes to let it all go.

I feel like I jumped into a pit of blades and fire and emerged on the other side. Burned, cleansed and alone, at ease and with flame in eyes. Not clean, not saint, not an all powerful god with supernatural powers. More of Me here. Wouldn´t trade it for the world :D.

But yeah, surely my intention increased and I seem to have much more control over the dynamics.  I´ve still got the strangest of feelings that it is because I saw and realized and dealt with how little control I had had before  O:D

Thank you Claudio, my respect, you are an inspiriation.

Let´s do IV sometime soon ok ?

ROSA COMPLETA LIFE REPAIR

gr_270020_3669280_382696.jpg

Rosa è all’inizio del suo Ponte qui in Accademia, ha appena completato Life Repair e quanto ci scrive è veramente promettente!

SUCCESSO

Finalmente Rosa ha raggiunto una leggerezza nell’anima, da ieri pomeriggio camminare per strada era più bello, mi sentivo più luminosa e radiosa, ma sopratutto più propositiva!

Rosa

Scientology distrugge le famiglie

Schermata 2017-06-15 alle 21.09.49

“Scientology distrugge le famiglie, la gente non ne ha idea. Combatterla è la mia passione” Questo è il titolo dell’articolo apparso sull’Huffingtonpost.it che parla di Leah Remini ed è in italiano!

Buona lettura:

 

http://www.huffingtonpost.it/2017/06/14/scientology-distrugge-le-famiglie-la-gente-non-ne-ha-idea-com_a_22192182/

STEFANO COMPLETA SCIENTOLOGY DRUG RUNDOWN

140b0048a22cbc9c7ca543edefbc4438.gif

Un bellissimo successo di Stefano che avanza come un treno….

SUCCESSO

Ieri ho finito i procedimenti del drug rundown, ho passato giorni a vedere un filmato della mia vita dai tempi dell’asilo ad oggi, dopo ogni seduta aggiungevo un pezzo al filmato, se penso che tutto è iniziato all’asilo o forse prima chissà, certo è, che ho realizzato, come cose apparentemente innocenti arrivano a devastare un essere umano o nella migliore delle ipotesi a stravolgergli la vita.

Ho ricordato quando ero all’asilo avevo 3 / 4 anni, le maestre ci facevano fare le gare a chi mangiava prima scodelle di budino alla vaniglia, perché solo il primo era il Superman della situazione, ed io immancabilmente partecipavo anche se il gusto del budino alla vaniglia era qualcosa di riprovevole per non parlare di quando c’è lo davano con un retrogusto di bruciato, ma tutto era irrilevante, quello che contava, era partecipare e vincere, ingoiare per primo quella che oggi posso definire “quella maledetta ciotola di budino alla vaniglia”

Gli anni passavano se non per aspetti cerebrali, per aspetti anagrafici, sono diventato grande, elementari, medie, superiori ed il tanto atteso mondo del lavoro e quello che non è variato dal budino ad oggi sono le dinamiche incredibile ma è così.

Amici che fanno gli amici ma in realtà sono in ostilità nascosta, ho rivisto il filmino più bello della mia vita il mio grande amico x, ho provato tanta pena per lui, ha passato l’adolescenza ad essermi antagonista ma un “vero amico” tutto insieme è un ‘abilità, è fuori di dubbio, devo riconoscerglielo, ai tempi dell’adolescenza il tutto era supportato anche da suo padre e sua madre lui era il migliore in tutto, il leader, il saggio, dalla sua bocca uscivano solo parole degne di nota, ebbene come tutte le favole durante la seduta è arrivato il lieto fine ho provato tanta pena per lui, perché ho capito che conviveva e convive tutt’oggi con il terrore di perdere la sua leadership che di fatto non ha e non ha mai avuto qualcuno aveva stabilito che lui era figo , quello che è veramente assurdo lo devo addebitare a me, perché io mi sono fatto convincere di essere inferiore a lui, ed ai tanti altri, che ho rivisto durante i procedimenti, che hanno ostacolato il mio cammino, e per la quale oggi provo tanta pena, fino a farmi venire da bravo coglione dei complessi d’inferiorità, quando la realtà era ben altra, perché invalidarmi se ero già misero, vicende analoghe mi sono capitate ancora nel mondo del lavoro, nei rapporti sociali, tutto era diventato veramente pesante, un macigno, in me nasceva una rabbia inaudita, perché non riuscivo a raggiungere i miei obbiettivi e tale rabbia la placavo accanendomi su droga e alcool, non vedevo la miseria di cui ero circondato anche all’interno della mia famiglia, oltre a questo, mentre la pellicola scorreva, ho pensato come sin da bambini ci inculcano dei modelli di pensiero che nel mio caso non sono miei e/o le persone vengono elogiate o invalidate in funzione di quanto sono disposte ad adeguarsi a dei modelli che qualcuno a preconfezionato per noi.

Mi sono reso conto di aver partecipato a maratone a cui non ero affatto interessato a partecipare, il tutto per la smania di essere primo in qualcosa indipendentemente dal fatto se questo qualcosa era di mio interesse, in sostanza mi è crollato un mondo di cartapesta addosso e mi sono detto:

“CHE CAZZO HAI FATTO”

Grazie di cuore a Claudio e Renata

 

MERCANTI DI CAOS

Leah Remini e Mike Rinder colpiscono ancora!

Dopo il successo della prima serie di “Scientology – Le sue Conseguenze”, dove gli ascolti  hanno raggiunto punte di 3 milioni, Leah e Mike sono ritornati alla grande nel produrre la seconda parte della serie, sempre sulla rete televisiva A&E dove verranno esposte ulteriori gravi rivelazioni sulla Setta di Scientology guidata da David Miscavige.

Con il successo della prima serie possiamo prevedere lo stesso con la seconda serie e così saranno davvero tante le persone che sono venute a conoscenza e che verranno ancora a conoscenza delle violenze e abusi fisici, mentali e psicologici perpetrati  da questa pericolosa Setta.

Come anteprima Leah e Mike hanno realizzato una puntata dedicata ai Mercanti di Caos,  cioè i soppressivi.

Giornalisti, governi, psichiatri – nemici di scientology: SOPPRESSIVI.

Ma cosa è stato fatto loro e cosa viene continuato a fare anche attualmente in nome sempre dell’ormai famosa vendetta di Scientology: “Bersaglio Libero”, “Fair Game” ?

Questa puntata dura oltre un’ora ed abbiamo iniziato a sotto titolarla nei suoi primi 8 minuti, il resto seguirà.

Schermata 2017-06-11 alle 19.52.58

 

https://rutube.ru/video/50c3b65d62fab21b5fd4b394c1aa8353/

LUKAS UN SUCCESSO SU OTIII

bambino-che-sorride-nel-sonno.jpg
Un successo bellissimo di Lukas che si sta audendo su OTIII.
Un Livello fantastico e questi sono i risultati!
(English too….)
§§§§§

Qualcosa è scomparso.

L’ho capito poco a poco, qualcosa era cambiato nel mio modo di pensare.

C’erano  vecchi modelli che usavo e per la mancanza di parole appropriate li chiamerò ” lavori incompleti”.

Ho sempre avuto questa sorta di sensazione di “continuare” a fare il lavoro di qualcuno con lo scopo di prendere il suo credito per quanto facevo.

Quindi non era solamente, continuare a fare il lavoro, quelli in molti casi è encomiabile, ma lo facevo senza conoscerne il motivo.

Era come se cercassi di essere qualcun altro per ricevere una sorta di lode per quello che facevo, oppure gloria o la brama di successo.

Come se io non ne fossi capace, non ero in grado di portare a termine i miei cicli.

Un po’ di queste cose sono sparite ed ora mi ritrovo nel mezzo dei miei cicli, sento di avere un sacco di tempo libero e mi sento libero da quella compulsione.

Inoltre sento che non devo fare le cose per “meritarmi” l’attenzione o “impressionare” qualcuno facendo qualche cosa.

E’ iniziata questa cosa e mi rende molto più calmo e a mio agio con me stesso!

E in più sono tornato ad essere “non curante”.

Sono anche giunto alla conclusione.

Sono anche giunto alla conclusione che mi sono incasinato con il mio accordo, e che era il mio postulato che succedesse…..

Ed anche tutte le drammatizzazioni annesse e connesse….

Questa cosa mi da un senso di essere di nuovo causa sulla mia vita e che la stessa sia di nuovo nelle mie mani!

Non vedo loro di assaporarne di più…

Grazie Claudio

 

 

Something disappeared. It was coming to me slowly, the realizations about the change in my thinking. There were old patterns, for the lack of words I´m gonna called it “unfinished business”. I always had a feeling I have to sorta “continue” in someone´s job in order to take his credit for it. So not only just “continue” the work – that could be laudable in many cases, but for the reasons I didn´t know. It seemed like I was trying to be someone else to get the praise, glory, success. Like I wasn´t worth it, unable to create my own cycles. Some of this disappeared and I find myself now in the middle of my own cycles, with free time and free of this compulsion. I also feel I don´t have to act to “deserve” attention and “make impression” by doing something. To a degree, but it makes me so much calmer and at ease with myself! Furthermore, I am again careless more.

I also came to a conclusion that I fell in love on my own accord, that it was my fuc.ing postulate. And so were the dramatizations around it as well. That gives me the sense of being a cause over my life back in my hands. Can´t wait to get more.

 

Thank you Claudio

ORA

donna-con-testa-che-svanisce-in-uccelli.jpg

Una sorta di poesia che mi è scivolata tra le dita dopo una bellissima session su un fantastico procedimento OT.

E la voglio dedicare a tutti quelli che come me credono si possa uscire, un giorno, dalle catene del passato.

Grazie a tutti voi che persistete nel viaggio verso OT.

Claudio

 

Quante sfumature del passato servono a dipingere il quadro che chiamiamo presente, quanti strappi nella tela della vita non riusciamo a ricucire sperando ci ricordino che non dobbiamo agire più come allora e come catene ci inchiodano al dolore.

Quante spade spezzate giacciono nel fango dove un tempo esistevano valori, quelli grandi.

Quanti sogni sono svaniti come farfalle, sogni che eravamo certi sarebbero diventati realtà ….

Quanto tempo è passato, quante vite abbiamo vissuto, quanto amore, quanto odio, quanto pianto, quanto riso eppure siamo ancora noi, sempre noi, solo noi….

E sì …. solo noi ORA, ADESSO.

 

STEFANO COMPLETA L’INT RUNDOWN

Mondi-Astrali-13-e1478857645203.jpg

ESTERIORIZZAZIONE

L’esteriorizzazione è definita come l’azione di uscire dal corpo con o senza piena

percezione.

È il fatto di questa azione che prova che l’individuo non è un corpo ma un individuo.

Questa scoperta, nel 1952, provò al di là di ogni dubbio l’esistenza di un thetan, che

l’individuo era un thetan, non un corpo, e smentì che l’uomo fosse un animale e dimostrò

che egli era un essere spirituale, senza tempo ed immortale.

HCO BULLETIN DEL 4 OTTOBRE 1978

 

SUCCESSO

Ho acquisito maggiore consapevolezza e mi sono reso conto del peso che mi portavo dietro da anni per ragioni veramente misere.

Ho trovato immensa serenità, tanta voglia di fare e benessere fisico.

Stefano

COME LA SETTA DI SCIENTOLOGY HA DISTRUTTO LA MIA FAMIGLIA – il Finale

Tag

, ,

Sempre sulla scia del “Bersaglio Libero” da parte di OSA nei miei confronti e in quelli di Claudio, hanno escogitato di aprire un profilo Facebook di proprietà di un sedicente “Fabius Rimini” che trae le sue notizie da un sito web diffamatorio situato in Cina creato da sorgente anonima, cercano di infiltrare amici e poi amici degli amici come un virus utilizzando Facebook e cercando  poi di indirizzarli al sito  con l’unico scopo di diffamare e denigrare Claudio, me ed i nostri Pc e OT.

Hanno messo come immagine di copertina indovinate un pò quale? Uno stralcio del quotidiano Bresciaoggi del 1992 -Claudio-Lugli-Fallimento-, non soddisfatti quindi di averlo già fatto come blog, hanno esteso lo stesso tema anche su FB: che monotona ossessione la loro!

Così come abbiamo richiesto più volte al “titolare” del sito cinese “CESARE”, a farsi avanti per contattarci di persona ma ……. nessuno si è visto ne sentito, nello stesso modo abbiamo invitato anche FABIUS a farlo, anche se possiamo già ben supporre l’esito della nostra richiesta…….

Chissà perchè OSA non agisce in prima persona, così come facciamo io e Claudio, ma usa questi stratagemmi e questi nomi di fantasia???

Semplice, è dettato dalle policy che DEVONO usare, così come abbiamo chiarito sul nostro Blog/Libro SCIENTOLOGY SERVIZI SEGRETI  e nello specifico la direttiva che istruisce l’Addetto alle Operazioni ad usare una “Fonte Credibile”, quindi usano un “vecchio creditore non risarcito”, o un Account Facebook e non devono presentarsi come Scientology!

Ecco la direttiva:

ADDETTO ALLE OPERAZIONI

Azioni di successo

(3) Fornire una sorgente credibile che porti avanti l’operazione, e quindi riempiendo il vuoto in modo che Scientology non ne sia ritenuta la sorgente.

“che Scientology non ne sia ritenuta la sorgente”, per l’appunto!

Naturalmente ci hanno fatto sapere di  questa loro iniziativa lasciando che alcune loro spie ci informassero. Lo stile di questo Profilo Facebook è tipico di persone con un quoziente d’intelligenza inferiore a quello delle galline, senza con questo voler sminuire le galline che ci danno delle uova squisite.

Allora Claudio ed io abbiamo pensato che dovevamo fare ancora qualcosa per allertare la gente a stare il più lontano possibile da questa Setta pericolosa che distrugge le famiglie ed abbiamo deciso così di tradurre sotto titolando alcuni spezzoni delle favolose interviste televisive della formidabile Leah Remini, qui su questo sito Accedemia8008 che ha tutt’altro scopo, ma visto le esigenze……

Ci tenevamo a far conoscere che la maledetta pratica della Disconnessione non aveva colpito solo noi, bensì un sacco di persone in tutto il mondo ed in un modo veramente violento e crudele; questo ancor prima che la serie di Leah Remini venisse tradotta poi e mandata in onda anche nella TV italiana. (Per chi non le avesse viste, metto qui il link della prima puntata della serie intitolata ” La Mia Fuga Da Scientology“, le altre vengono di seguito)

E così ancora una volta il boomerang ritorna 100 volte più forte.

Ma il Bersaglio Libero da parte di OSA su di noi non finisce qui: sempre per il punto

“che Scientology non ne sia ritenuta la sorgente”

OSA recentemente ha aperto un Blog su nostro figlio Flavio Lugli simulando che sia lui a scrivere; niente di più inverosimile visto che i membri della Sea Org non possono andare su internet e non possono aprire un Blog!!

Questo è veramente incredibile!

Ma se non possono avere neppure un cellulare e quando chiamano qualcuno sono monitorati da un ufficiale di etica…. figuriamoci aprire un blog !!!!!!

Pensano veramente che il quoziente intellettivo delle persone sia limitato come il loro dal non comprendere quale sia realmente la scena e l’intento di questa azione?

OSA ha messo lì una nuova moda: da quando l’attrice americana Leah Remini ha fatto una serie di trasmissioni centrata su come Scientology distrugge le famiglie attraverso la  cruenta pratica della Disconnessione tra genitori e figli, i Servizi Segreti della Setta hanno scritto alla redazione della televisione inviando lettere “scritte da figli” dove attaccano i genitori per  aver testimoniato sulla Disconnessione.

Adesso era la volta di nostro figlio Flavio “mettendogli  in bocca” cose non originate da lui così cattive con lo scopo di ferire noi genitori e diffamarci.

https://flaviolugli.wordpress.com/

Ma anche questa volta la loro tattica non ha avuto l’effetto desiderato, ha avuto invece ancora l’effetto boomerang su OSA, infatti non appena abbiamo visto il blog che prontamente OSA ci ha fatto pervenire, io e Claudio gli abbiamo fatto fare immediatamente  il giro di tutti i nostri amici e conoscenti italiani ed esteri, scientologist e non, incluso i VIP, le Celebrità e gli Opinion Leader di nostra conoscenza,  i quali mi hanno tutti risposto immediatamente  con affermazioni incredibilmente simili.

Queste erano “Ma  non può essere stato Flavio a scrivere queste cose, noi lo conosciamo bene, abbiamo avuto a che fare con lui fino all’età di 20 anni” “E’ evidente che questa è un Setta vendicativa nei confronti dei dissidenti, è pericolosa per la violazione dei diritti umani”, “Questa è una Setta che vuole nel vero senso della parola distruggere le famiglie per interessi personali” , e gli Scientologist: “Hanno fatto cose simili con altri dissidenti come con i figli di Phil e Willie Jones di Mary Kahn e con quelli di Mike Rinder ai quali questi ultimi hanno fatto registrare addirittura un video in cui assalivano violentemente il padre”.

L’analisi finale di queste persone è stata all’unanimità: “qui si tratta di lavaggio del cervello di lunga durata per indurre questi poveri ragazzi a scagliarsi in questo modo contro coloro che hanno dato loro la vita” “questo è un comportamento tipico di una Setta”.

La “ciliegina sulla torta” viene ora:

OSA fa in modo che noi riceviamo, attraverso terze persone, un numero di telefono dove si trovava Flavio in quel momento, evidentemente con lo scopo che noi lo contattassimo. Sinceramente la cosa ci è sembrata alquanto bizzarra, comunque abbiamo subito chiamato visto che non lo vedevamo ne lo sentivamo da ben 7 anni curiosissimi del fatto di capirci qualcosa.

E infatti lo scopo della telefonata è stato subito chiarissimo non appena Flavio ci implora a non scrivere più su internet “quelle brutte cose” sulla sua “Chiesa”. Il punto qui è uno solo: Flavio, non potendo andare su internet, è costretto a bersi tutte le alterazioni e le falsità riferite da OSA ed è altrettanto costretto a fare ciò che OSA gli ordina di fare.

Io, conoscendo molto bene Flavio e chi è veramente lui, ho percepito un imbarazzo da parte sua su ciò che stava dicendo a noi, per cui a questo punto voglio mandare un messaggio ad OSA:

Lasciate stare Flavio, non stressatelo più di quanto non lo è già sotto le vostre grinfie e quelle del vostro Caro Leader, prendetevi invece cura di lui, mi raccomando. La prossima volta che lo tirate in ballo, troverete i miei scritti non più sull’Accademia8008 bensì dentro un libro in vendita in ogni libreria italiana. E voglio finire ripubblicando una lettera inviata da noi a voi qualche tempo fa:

Non si smette mai di essere genitori!

FINE

Renata Fruscella Lugli

——————————

Ci sono strade che uno non segue.
Ci sono eserciti che uno non va a colpire.
Ci sono città che uno non attacca .
Vi sono terre per le quali non si lotta .
Ci sono ordini del sovrano che uno non accetta.

tratto da Sun Tzu: “l’arte della guerra”