David Miscavige ha cercato di creare l’illusione tra gli Scientologist che la sua versione di Dianetics e di Scientology sia l’unica e pura e che lui abbia diritto esclusivo del suo utilizzo ed applicazione. Questo ha creato nella mente delle persone la convinzione che esista nella realtà una condizione di monopolio in relazione alla loro salvezza spirituale. Quindi l’unico tramite per il raggiungimento della loro libertà totale è David Miscavige e la “sua” organizzazione. Organizzazione che ovviamente si è completamente trasformata e ha alterato in maniera profonda quelli che erano gli intendimenti originali di L. Ron Hubbard.

La visione di Ron non è certo mai stata quella di un Monopolio. Ovviamente la sua attenzione è stata quella che la Tecnologia e la Filosofia venissero mantenute pure ed inalterate e che la loro applicazione ed il loro studio seguisse quelle modalità che lui stesso aveva riscontrato di successo.

Questo è certamente molto diverso dal riservare ogni diritto sull’immortalità degli esseri. Questo diritto non è in regime di monopolio.

Da Wikipedia:

Il monopolio è una forma di mercato dove un unico venditore offre un prodotto o un servizio per il quale non esistono sostituti stretti (monopolio naturale) oppure opera in ambito protetto (monopolio legale, protetto da barriere giuridiche).

Deriva dal greco μόνος (mònos: «solo») e πόλιον (pòlion, da πόλειν — vendere) a testimonianza del fatto che chi lo mette in pratica ha la gestione esclusiva della relativa vendita.

Purtroppo per David Miscavige “i sostituti stretti” esistono, e sono diventati oramai “sostituti INDISPENSABILI” visto che la sua versione della Tecnologia è completamente alterata ed ha cessato di essere Scientology.

E’ cosa naturale che sia nato il Campo Indipendente e che Scientology venga consegnata al di fuori del “monopolio”. Proprio perchè le persone vogliono e cercano la VERA SCIENTOLOGY mentre Miscavige con abili mosse e schermi fuorvianti cerca di propinare la sua versione che al posto di far innalzare le persone a condizioni migliori le spinge dritte in un baratro dal quale è difficile che poi riescano a risalire.

Ma qual’è il punto di vista di L. Ron Hubbard in relazione al “monopolio” di Scientology?

… Quindi chiunque conosca il rimedio di questo soggetto, chiunque conosca queste tecniche, lui stesso ha in un certo qual modo delle responsabilità – ed è quella di assicurarsi che non rimanga proprietà di una sola persona.

E questo è tutto ciò che è necessario, che non rimanga proprietà di un solo proprietario.

Non pensate mai che avere un monopolio di questo soggetto sia una cosa sicura da avere.

Non è cosa sicura.

Non è cosa sicura per l’uomo, e non è cosa sicura per questo universo.

Questo universo è da tempo che sta cercando nuovi modi per poter creare degli schiavi.

Bene, qui ci sono dei nuovi modi per creare degli schiavi. Ma assicuriamoci che mai venga fatto.

L Ron Hubbard, Lo Stato Formativo di Scientology– Definizione di Logica.

Questo pezzo della Conferenza è certamente molto interessante ed indica in maniera neta, precisa che un MONOPOLIO è cosa pericolosa.

Ma David Miscavige ben sapendo che questo avrebbe potuto scalfire la sua predominanza e avrebbe aperto il campo a discussioni di sorta, ha preferito lasciare quella parte della Conferenza, ma eliminarne una parte ancora più esplicita, che nei nuovi nastri e nella Versione by Miscavige della Tecnologia non appare più, eccola qui per voi:

E’ un rimedio molto semplice.

E’ semplicemente far sì che il rimedio venga fatto conoscere in giro.

Questo è tutto.

Non accumulatelo. Non tenetelo solo per voi.

E se mai doveste utilizzare della Black Dianetics, usatela sul tizio che ha fatto sparire Scientology ed ha fatto in modo che non fosse disponibile.

Perchè è lui il ragazzo che si autoleleggerà “il nuovo ordine”.

Non abbiamo bisogno di nessun “nuovo ordine” – tutti quegli ordini per quanto mi riguarda sono stati eseguiti.

Ora quando alla logica, la logica di mettere questa cosa assieme, il primo criterio quale è stato?

L’applicazione?

Quello che stavamo per fare?

Cosa cercavamo di fare?

A tutto quello si è ben pensato, stavamo cercando di aiutare la beingness.

Cosa stiamo cercando di fare?

Stiamo cercando di aiutare la beingness.

C’è una buona definizione di causa ed effetto. Ci sediamo e diciamo “Ora, qual’è il nostro scopo?”- “Cosa è tutta questa cosa? Quale è la prima affermazione da fare su questo?”. Bene questa era la cosa. Non è stata una cosa buttata lì con “bene, cerchiamo di essere scientifici facciamo un po’ di cose qua e là e vediamo se riusciamo a fare un sacco di soldi”…

No, è stata una affermazione molto semplice e chiara. Abbiamo presupposto una cosa: che qualcosa può essere fatto.

Ed è questo il RIMEDIO, noi INDIPENDENTI siamo il rimedio. Stiamo facendo in modo che il soggetto venga fatto conoscere. David Miscavige ha solamente l’interesse di creare “un nuovo ordine” ed attraverso quell’ordine dominare e controllare. Come giustamente ha affermato Ron “non abbiamo bisogno di nessun nuovo ordine”.

Ora certamente una volta spezzato il MONOPOLIO, grazie al coraggio di alcuni, si tratterà di determinare di quale “marca” avvalersi nel “libero mercato”. Scelta a volte non facile.

Ma quello che volevo evidenziare qui è il principio.

E sottolineare inoltre che:

Il diritto di libertà religiosa è un diritto pubblico che si inquadra nel vasto spettro dei diritti di libertà.

La libertà religiosa per una persona viene misurata in base a vari fattori quali la possibilità di cambiare la propria fede religiosa o di abbandonarla senza limitazioni o ritorsioni da parte di autorità precostituite o l’avere gli stessi diritti dei cittadini che hanno una fede differente, ovvero ancora non essere oggetto di disprezzo o di persecuzione.

Nell’Europa occidentale il primo documento legislativo emesso sulla libertà religiosa è l’Editto di Torda e risale al 1568, opera di Giovanni II d’Ungheria, principe di Transilvania e Partium.

Oggi la libertà religiosa è tutelata dalla maggior parte degli Stati moderni attraverso Costituzioni e, in sede internazionale, dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani firmata all’ONU nel 1948.

In Italia la Costituzione tutela questo diritto agli articoli 3, 7, 8, 19, 20, 21, 117 co. 2 lett. c, e attraverso il principio supremo di laicità dello Stato.

Questa è la libertà che ci viene garantita dalla Costituzione Italiana. Ed è un diritto inalienabile nostro e vostro a cui attingiamo a piene mani nell’Accademia8008.

Il retaggio di L. Ron Hubbard è a disposizione di chi ha sufficiente determinazione per farne uso, sarà lo studio e l’applicazione che farà in modo che ognuno di noi raggiunga la sua libertà spirituale.

Le società immobiliari non hanno mai chiarito un Pianeta e non chiariranno nemmeno questo.

David Miscavige ha senza alcun dubbio un MONOPOLIO, ma è solamente quello dell’ARROGANZA.

Claudio Lugli

Annunci