James Clerk Maxwell (Edimburgo, 13 giugno 1831Cambridge, 5 novembre 1879) è stato un matematico e fisico scozzese.

220px-James_Clerk_Maxwell

Elaborò la prima teoria moderna dell’elettromagnetismo, raggruppando in un’unica teoria tutte le precedenti osservazioni, esperimenti ed equazioni non correlate di questa branca della fisica.

Le quattro equazioni di Maxwell dimostrano che l’elettricità, il magnetismo e la luce sono tutte manifestazioni del medesimo fenomeno: il campo elettromagnetico. Da questo momento in poi tutte le altre leggi ed equazioni classiche di queste discipline verranno ricondotte a casi semplificati delle quattro equazioni fondamentali. Il lavoro di Maxwell è stato definito la «seconda grande unificazione della fisica»,[1] dopo quella operata da Isaac Newton.

Maxwell dimostrò che il campo elettrico e magnetico si propagano attraverso lo spazio sotto forma di onde alla velocità costante della luce. Nel 1864 scrisse “A Dynamical Theory of the Electromagnetic Field” dove per la prima volta propose che la natura ondulatoria della luce fosse la causa dei fenomeni elettrici e magnetici. Il suo lavoro nella redazione di un modello unificato per l’elettromagnetismo è considerato uno dei più grandi risultati della fisica del XIX secolo.

Sigmund_Freud_LIFESigismund Schlomo Freud detto Sigmund (Freiberg, 6 maggio 1856Londra, 23 settembre 1939) è stato un neurologo e psicoanalista austriaco, fondatore della psicoanalisi, una delle principali correnti della moderna psicologia. Ha elaborato una teoria scientifica e filosofica, secondo la quale l’inconscio esercita influssi determinanti sul comportamento e sul pensiero umano, e sulle interazioni tra individui. Di formazione medica, tentò sempre, pur con difficoltà, di stabilire correlazioni tra la sua visione dell’inconscio e delle sue componenti, con le strutture fisiche del cervello e del corpo umano: queste speculazioni hanno trovato parziale conferma nella moderna neurologia e psichiatria.

imagesINTRODUZIONE VOLUMI ROSSI

L. RON HUBBARD

6 FEBBRAIO 1952 – WICHITA KANSAS

***

La ricerca dell’uomo per dare una risposta agli enigmi che lo affligevano è stata accelerata nell’ultimo secolo da due cose: la prima è stata l’energia e la curiosità di Sigmund Freud e la seconda è stata la matematica di James Clerk Maxwell che ci ha fornito i fondamenti dell’energia.

Parlare degli errori di Freud, così come fa chi pratica la psicoanalisi oggi, non è generoso. Questo grande pioniere, contro tutte le obiezioni violenti da parte dei medici e degli psichiatri dei suoi giorni, si è comunque avventurato nella ricerca e ci ha fornito la teoria che la memoria è connessa  con il comportamento che la persona ha nel tempo presente e che utilizzando solamente il parlare un paziente può essere guarito. Qualsiasi si la reputazione della teoria della libido, malgrado qualsiasi delusione provenga da questo grande uomo – visto che lui stesso ammise di aver fallito prima di morire – il suo lavoro ed i suoi metodi per indirizzare la questione sono sytati un passo di valore verso la soluzione finale.

La probabile ragione per cui questa soluzione non si è manifestata prima ha a che vedere con la conoscenza che abbiamo acquisito in questo secolo in relazione all’universo fisico e alla sua struttura.

*****

L. Ron Hubbard