Finalmente è arrivata…..!

E’ la GAT II….!

In sintesi, grazie ai “corrispondenti” di Mike Rinder e al suo “viaggio” in elicottero….

969432_662495013772035_321061840_n

1441508_662502497104620_1857617894_n

– rifare lo student hat

– l’e-meter drill 18 “letture istantanee sui rudimenti” è stato cancellato

– la definizione di Rudimenti è stata rivista perchè sono sempre stati dati in modo sbagliato e nessuno li aveva mai capiti

– l’azione  11 del programma di Dianetica che maneggia i Fac-simili di Servizio con R3R non viene fatto più  su Dianetica ma sul Grado IV

– è arrivato finalmente, dopo anni che giaceva nei magazzini, il Marcotto (che non è un biscotto, ma un nuovo meter (vecchio di quasi 20 anni) che costa solo $ 5.000.

Questo solo per citare alcune voci di questa benedetta GAT II, la lista in effetti è troppo lunga, stupida e contorta per citarla tutta. Ma dove voglio mettere l’attenzione è sul fatto che, grazie alla GAT II, vedremo sicuramente un copioso ESODO dalla “Chie$a”, dove

a) persino quelle foche ammaestrate che sono rimaste, perchè fedeli fino ad ora al Caro Leader, dopo aver battuto per l’ennesima e ultima volta le mani forzatamente a questi strabilianti perfezionamenti tecnici, capiranno una buona volta la subdola trappola in cui sono andati a finire,

b) i membri dello Staff e i SOm, dopo essere ritornati allo stress regging con irraggiungibili target e infinite ore di insonnia, capiranno che “il sacrificio di sè” è diventato ormai insopportabile, inutile allo scopo spirituale, bensì una schiavizzazione e una presa per i fondelli che altro non è che un totale e definitivo allontanamento dalla Scena Ideale.

Quindi in Celebrazione della GAT II – La Vendetta e dell’apertura dell’edificio del Super Power (Superman è atteso per l’evento….) sono andata, grazie all’Indipendologo, a recuperare lo scritto che vi propongo di seguito.

E’ una satira pungente scritta tempo fa da Davide Succi che ho avuto il piacere di incontrare di nuovo ieri – Davide era stato molto attivo dopo la sua Dichiarazione di Indipendenza ed ha scritto anche per L’Indipendologo alcuni articoli come Spartacus (nick da lui usato anche per commentare).

COSA E’ SUCCESSO A PADOVA ORG

CAGLIARI ORG IDEALE

La satira è sempre stata vista di buon occhio anche da LRH che ne ha attinto a fondo nei suoi romanzi di fantascienza.

E la satira è da sempre stata usata per scalfire il potere costituito.

Wikipedia la descrive così:

La satira (dal latino satura lanx, il vassoio riempito di offerte agli dei) è un genere della letteratura e di altre arti caratterizzata dall’attenzione critica alla politica e alla società, mostrandone le contraddizioni e promuovendo il cambiamento. Sin dall’Antica Grecia la satira è sempre stata fortemente politica, occupandosi degli eventi di stretta attualità per la città (la polis), ed avendo una notevole influenza sull’opinione pubblica ateniese, proprio a ridosso delle elezioni.[1][2] Per questo motivo è sempre stata soggetta a violenti attacchi da parte dei potenti dell’epoca, come nel caso del demagogo Cleone contro il poeta comico Aristofane.[1]

Ecco quindi l’articolo di Davide  e … per il COB … Hip Hip Hurrà!

Renata Lugli

——

UN OMAGGIO A RON

di

Davide Succi  – aka –  Spartacus

Sono passati quasi 26 anni dalla scomparsa del nostro migliore amico e nel mondo di Scientology sono circolate voci di ogni tipo su dove egli possa essere, su cosa stia facendo e se mai ritornerà.

Mentre la Chiesa di Scientology continua imperterrita verso un’espansione senza precedenti, un bel giorno succede qualcosa di straordinario nell’Org più famosa del pianeta.

All’interno della Flag Land Base squilla il telefono e uno staff member risponde:

–      Flag Service Organization, con chi parlo?

–      Si, salve. Sono Ron. Sto cercando di mettermi in contatto…

–      Chiedo scusa… Ron chi?

–      Ron Hubbard. Lafayette Ron Hubbard. “EL AAR EICH”. Conosci questo nome?

Lo staff scoppia a ridere come se avesse sentito la più divertente barzelletta della sua vita, ma in due secondi e mezzo Ron lo riporta in PT.

–      T-tac! (rumore di tacchi che sbattono) Yes, Sir! Mi scusi Sir… io non…

–      Va bene, stai comodo. Ma tirati su la cerniera dei pantaloni che non sta bene avere la “bottega aperta”. E visto che ci sei, allacciati meglio quella camicia… devi dare una buona impressione, sai?

Un po’ imbarazzato, il tipo si ricompone.

–      Ma Lei Sir… come faceva a sapere che…

–      Pensi forse che abbia passato tutto questo tempo a “pettinare le bambole” o cosa?

–      No Sir, ma… va bene Sir, in cosa posso essere utile?

–      Ok, ragazzo mio. Sto cercando di mettermi in contatto con il management ma è da stamattina che chiamo gli uffici di INT e non risponde nessuno. Ho provato con CSI ma c’è la segreteria telefonica. Poi ho chiamato CST… silenzio completo.

–      CST, Signore?

–      Dal tuo tono capisco che non sai di cosa sto parlando, non è vero?

–      Infatti Sir. Forse è un termine che mi è sfuggito durante lo studio…

–      No. Non lo trovi da nessuna parte tranne che nel mio testamento.

–      Il suo testamento?

–      Si. Il mio testamento. Vedi ragazzo, ho lasciato scritto un po’ di cose prima di andarmene. Cose che tu dovresti sapere. (Ron chiarisce brevemente allo staff cosa sia CST)

–      Chiedo scusa Sir, ma il management non ci ha mai parlato di questo e non saprei nemmeno dove poter trovare…

–      Nessuno ti ha mai parlato di Internet? Ormai ci trovi qualsiasi cosa, informazioni di ogni tipo. Una cosa molto utile sai?

–      Si,  ma vede Sir… agli scientologist è assolutamente vietato andare su Internet. Ai Sea Org Member non ne parliamo nemmeno.

–      A sì? E come mai?

–      Beh, Internet è pieno di entheta sa? Il mondo è pieno di soppressivi che attaccano Scientology e…

–      Ma chi ti ha messo queste bestialità nella testa? Hai forse trovato scritto qualcosa firmato da me che ti impedisce di comunicare col mondo esterno?

–      No Sir, però il COB è categorico su questa ed altre cose e nessuno di noi vuole finire i suoi giorni in RPF.

–      Il COB? E chi è costui?

–      Ma… Lei Signore dovrebbe saperlo. E’ Sir David Miscavige, il suo legittimo erede!

–      Ok, ok. Una cosa alla volta. David Miscavige hai detto? Questo nome non mi è nuovo… lasciami pensare un attimo. Ah! Adesso ricordo. Non sarà mica quel bulletto da quattro sol…

–      Scusi Sir?

–      No, niente. Stavo pensando tra me e me. Ad ogni modo… sì, sì. E così il “Signor” Miscavige sarebbe il COB. Ti darò qualche dato. Vedi… quando, verso la fine degli anni settanta mi trovavo fuori dalle linee della Chiesa, gli avevo affidato qualche importante incarico. David era poco più che un ragazzino all’epoca e, nonostante fosse un tipo un po’ spigoloso, stava dimostrando di saperci fare. Ricordo che Scientology stava passando un brutto periodo per cui era necessario fare tutto il possibile affinché ne venissimo fuori. Avevamo bisogno di persone dal carattere forte e deciso. Lui mi dava l’idea di essere uno di quelli, per cui gli diedi fiducia. Spero di non avere commesso un errore e soprattutto mi auguro che non abbia fatto troppi danni.

–      No Sir. Questo posso garantirlo io. Scientology si è espansa come non mai su tutto il pianeta ed in questo preciso momento…

–      Ok, questo è confortante ma se non ti dispiace vorrei parlarne più tardi. Ora dimmi… dove posso trovare il “COB”?

–      Credo che per qualche giorno avrà serie difficoltà a mettersi in contatto con lui.

–      E perchè mai? Da quali gravosi impegni è stato assorbito il nostro David? E visto che ci siamo… come mai ad INT non si degna nessuno di rispondere?

–      Beh… è presto detto Sir. Il COB si trova sulla Freewinds per festeggiare con un grande e favoloso ricevimento il Sig. Tom Cruise che, oltre ad essere uno dei nostri più affermati VIP, è anche amico intimo del nostro Presidente…

–      Vai avanti!

–      Ovviamente si tratta di un’occasione speciale per cui tutta la Base di INT è impegnata nei preparativi. Il COB ha dato istruzioni ben precise affinché tutto si svolga nel migliore dei modi. Vede Sir.. la scelta e il trasporto dei viveri non è cosa da poco, e poi c’è da organizzare il comitato di accoglienza che comprende la partecipazione delle più alte personalità del Jet Set, l’orchestra, i tecnici del suono, le ballerine…

–      Va bene, ho capito! Immagino che tutto ciò abbia un costo non indifferente. Ti sei chiesto chi ne pagherà il conto?

–      Onestamente no, Sir.

–      E perché mai? Pensi forse che la cosa non ti riguardi?

–      No Sir, non è questo. Il fatto nudo e crudo è che non ci è concesso pensare.

–      Non vi è concesso pensare? Ma che idiozia è mai questa?

–      Capisco il suo disappunto Sir… ma se non facciamo così…

–      Finite in RPF!

–      Certo. Come fa a saperlo?

–      Ho un certo intuito. Ma toglimi una curiosità. Prima non mi è sfuggita una cosa che hai detto a proposito del COB. Parlavi di lui come di “legittimo erede”. Da dove arriva questa idea? E in buona sostanza… cosa si dice di lui?

–      Beh, lo sanno tutti…

–      Lo sanno… “tutti”?

–      Mi correggo. Sono in molti a sapere che Sir. David Miscavige è il successore cui lei ha trasferito i suoi poteri. Il COB RTC è alla guida di Scientology ancor prima che Lei lasciasse il corpo e quello che si dice è che abbia raggiunto i più alti livelli del Ponte… D’altronde non può essere che così…

–      Hai finito?

–      Più o meno è questo quello che si “pensa” a riguardo.

–      Ah… ma allora potete “pensare”! Tuttavia è la qualità dei vostri pensieri a rendermi perplesso.

–      Sir?

–      Va bene. Mi sembra di capire, a questo punto, che il vostro COB sia l’unica persona a trovarsi a Capo di tutta Scientology. Mi sbaglio?

–      No, affatto. Sir David Miscavige è attualmente colui da dove arrivano tutti gli ordini e le direttive più importanti. Se oggi Scientology è quella che “è” lo dobbiamo soltanto a Lui.

–      Buono a sapersi! Ma torniamo un attimo a quanto mi hai detto poco fa. Qual è il suo addestramento e dove si dice sia arrivato sui livelli?

–      Beh, non si sa con esattezza ma si presume che sia un Classe XII ed abbia le più alte competenze di C/S. In alcune situazioni ha C/Sato personalmente dei PreOT. Questo è confermato dal fatto che è intervenuto più e più volte sui materiali dei livelli più alti. Per esempio ha migliorato notevolmente il Solo NOT’s…

–      Interessante… ma continua pure. Intanto io prendo nota.

–      Grazie. Per quanto riguarda il processing, se è vero che ha fatto tutto il Ponte, deve essere almeno a OT XV. Tuttavia ho sentito dire da alcuni Executive che sia andato addirittura oltre, fin su a OT XXII o qualcosa del genere.

–      Questo è assolutamente straordinario benché proprio io abbia affermato che gli assoluti non esistono. Ti confesso che ho una certa difficoltà nel digerire quanto mi hai appena detto.

–      La capisco Sir…

–      No! Credo proprio tu non possa farlo e prima che io ti possa dare i DATI corretti, dovremo investire un po’ di tempo a “Rimuovere quelli Falsi”.

–      Forse ho esagerato un po’ i vari commenti che circolano Sir?

–      Non si tratta di esagerazioni, bensì di mostruosità. Vale allora la pena che io ti ricordi una delle nostre leggi fondamentali: “Se non è scritto non è vero”! A tal proposito, hai mai visto con i tuoi occhi i Certificati di Auditor o di C/S del COB?

–      No, Sir ma…

–      Bene! Hai mai visto i suoi Certificati di OT?

–      No, Sir ma…

–      Ottimo! E hai mai visto qualcosa di SCRITTO che io, L.Ron Hubbard, abbia effettivamente trasferito a lui e soltanto a lui i miei poteri e la conduzione di tutta Scientology?

–      Ammetto di no, Sir ma…

–      MA?

–      (silenzio)

–      Ok ragazzo, facciamo così: accantoniamo per un attimo l’argomento COB e la sua legittimità. Mi rendo conto che dopo quasi trent’anni dev’essere dura accettare il fatto di non essere stati attenti alle cose più semplici che io abbia mai scritto sul soggetto di Scientology.

–      Mi perdoni Sir… mi è concesso parlare?

–      Ma certo che ti è concesso di parlare. Che diamine! Nemmeno questo vi permettono di fare?

–      Grazie Sir…

–      MMM!

–      …ho l’impressione che lei sappia molte più cose di quelle che vuol far credere, Signore.

–      Può darsi, ma non è questo il punto. Vedi… io sto cercando soltanto di capire che cosa sta succedendo in Scientology. Da questa breve conversazione, il quadro che sto vedendo non è dei più entusiasmanti e questo mi induce a pensare di avere lasciato la mia tecnologia nelle mani sbagliate. Se non siete in grado di applicare i dati più semplici di Scientology, come potete pensare di chiarire il pianeta?

–      (con entusiasmo) Lo stiamo facendo Sir!

–      E come? Ok, allora dimmi… come se la passa FSO?

–      Magnificamente! Le GI sono alle stelle!

–      Ah, bene. Quanto avete fatto l’ultima settimana?

–      Ignoro quale sia la cifra esatta ma credo si sia approssimata intorno a 1.450.000 dollari.

–      Accidenti! Sono proprio un bel mucchio di soldi. Per cui voi Staff riceverete un bella paga settimanale…

–      Per la verità, la paga è sempre la stessa da anni.

–      Vale a dire?

–      Si aggira sui 25 dollari.

–      Non capisco. Ma quella cifra incassata dall’Org, il milione e quattrocentocinquantamila dollari circa, è stato allora un caso straordinario?

–      No Sir,  FSO produce costantemente quelle cifre da parecchi anni ormai.

–      Beh, questo mi conforta poiché sto pensando che se incassa così tanto, significa che l’Org sta sfornando Clear ed OT a valanghe. Dimmi… quanti Clear avete fatto la scorsa week?

–      Nessuno Sir.

–      Nessuno? Mi stai prendendo in giro forse?

–      No, affatto Sir. Il punto è che la settimana è stata impegnata per organizzare diversi event molto importanti e…

–      Va bene. Allora ci saranno stati molti completamenti sui livelli OT.

–      Veramente no Signore. Avevamo un paio di scientologist, prossimi ad OT V, ma il C/S li ha rispediti su NED e così ci siamo giocati quelle due completition che ci avrebbero permesso di uscire da NON EX.

–      Non posso crederci! Sono stati rimessi su NED? Tutto ciò mi restimola qualcosa ma andiamo oltre. Dimmi come sono messe le classi!

–      A beh, si tenga forte Sir. Le classi sono strapiene di studenti!

–      Oh, finalmente! Questa è una notizia strepitosa. Per cui starete creando un vero esercito di auditor. Dimmi, dimmi… sono troppo curioso… quanti ne avete fatti la settimana scorsa?

–      Solo UNO Sir.

–      Uno? Immagino che sia per via degli event?

–      No Sir. Il fatto è che sono pochissimi quelli che si addestrano come auditor.

–      Ma allora… che accidenti mai stanno studiando tutti quanti?

–      Sono tutti impegnati a tempo pieno nello studio dei Fondamenti… i Basic.

–      I Basic? E che cosa sarebbero questi… “Basic”?

Lo staff riferisce a Ron tutto il ciclo dei Fondamenti ed è proprio lui a riprendere la parola.

–      Adesso mi è tutto chiaro. Devo riconoscere che “La Nuova Era della Conoscenza” suona bene ed è certamente positivo il fatto che siano state rese disponibili queste mie conferenze. Ma hai detto che i libri sono stati tutti “rivisti” e “corretti”?

–      Certo Sir, il COB ha svolto un’operazione di totale ripristino che ha comportato ore ed ore di lavoro. In poche parole sono stati trovati tutti gli errori di trascrizione dovuti all’incompetenza  e alle intenzioni malvagie dei vecchi compilatori. Pagine che erano state omesse sono state reintegrate ed altre che non c’entravano nulla, sono state invece rimosse. Il tutto è stato poi riposizionato nel modo corretto. Cose di questo genere.

–      Ma toh! Sinceramente non mi ero mai accorto di quanto fossero così “infelici” i nostri libri. Sulla base di questi ho addestrato personalmente una miriade di persone che poi sono diventati i migliori auditor che Scientology abbia mai avuto. Mi resta difficile comprendere che cosa abbia visto David Miscavige di tanto indegno. Quando hai detto che sono stati lanciati i Fondamenti?

–      Se non ricordo male nel 2007.

–      Chiaro. Tu ne sai qualcosa di Copyright?

–      Credo di si, Signore. Ma cosa c’entrano con l’argomento dei libri?

–      C’entrano, c’entrano. Magari ti offrirò qualche dato più tardi. Intanto dimmi se qualcuno si è preso la briga di confrontare attentamente la versione del COB con la mia.

–      No Sir. Non so di nessuno che lo abbia fatto in modo sistematico. E’ giusto che lei sappia che il management ha ordinato di bruciare immediatamente tutti i vecchi libri in quanto prodotto squirrel e soppressivo. L’unica cosa che ho potuto notare personalmente è che adesso il Libro Uno contiene un’importante “Sinossi”. Secondo il COB questo era un dato mancante.

–      Un dato notevole, non c’è che dire. Bah, forse i miei libri non avevano una veste così accattivante e può anche darsi che contenessero degli errori di ortografia. Ma facevano il loro lavoro e soprattutto venivano usati per addestrare degli auditor e non per creare degli studenti a vita. Caro ragazzo… mi dispiace dirtelo ma il tuo COB ha preso quei libri e li ha gettati in un tritacarne. Dopodiché ha messo il tutto in una pentola con dell’acqua, vi ha aggiunto un po’ di spezie, un mezzo dado e ne è venuto fuori un minestrone che verrebbe rifiutato anche alla mensa dei poveri.

–      Per la verità, Signore… mi sento un po’ imbarazzato e non so cosa pensare.

–      Non farlo. O a meno che tu non sia del tutto sicuro di essere da solo in quello spazio. Ma lasciamo stare i “Basic” e torniamo all’Item originario. Stavamo parlando delle notevoli GI prodotte dall’Org. La domanda che mi frulla in testa è: “com’è possibile che Flag incassi tutti quei soldi e le statistiche più importanti siano a questi miseri livelli?”

–      (silenzio)

–      Ragazzo?

–      (parlando sottovoce) Signore, un attimo solo. Sta venendo verso di me il mio Senior.

–      (Il Senior) Cosa stai facendo al telefono? E’ un’ora intera che ti sto cercando!

–      (coprendo la cornetta con una mano) E’ una chiamata internazionale molto importante…

–      Va bene, ma ricordati che entro le due di domani devi aver venduto almeno 35 pacchi completi di Fondamenti. Non so se lo sai ma le tue statistiche fanno letteralmente schifo.

–      Sto infatti cercando di maneggiare un public per l’acquisto di un grosso quantitativo. E’ un tipo tosto…

–      Ho capito. Ma da quanto tempo siete in linea?

–      (guardando l’orologio) Da una quarantina di minuti.

–      Però. Comunque ti dò qualche consiglio: Non credere alle sue lagne! Puah, questi scientologist sono pieni di soldi da tutte le parti anche se danno ad intendere di essere sul lastrico. Per cui non farti prendere per i fondelli e ottieni lo scopo. Eventualmente fagli capire che se si rifiuta di aiutare lo mandiamo in Etica e si può scordare di andare avanti sul Ponte per un bel po’. Sono stata chiara?

–      Trasparente Sir.

–      Benissimo. Al lavoro dunque! E… bravo, continua così!

–      Pronto Signore?

–      Si, sono qui, ragazzo. Conversazione assai interessante.

–      Ha sentito quello che ci siamo detti?

–      Certamente. E questo mi ha dato modo di rispondere esaurientemente alla domanda che avevo posto. In poche parole… è così che le Org si sostengono? Vendendo esclusivamente materiali riciclati? Non c’è bisogno che tu mi risponda ma dimmi… perchè hai mentito al tuo Senior?

–      Semplicemente perché quando dico la verità mi fanno passare dei guai Sir. Mentre quando riferisco quello che vogliono sentirsi dire, anche se è una spudorata bugia, ricevo riconoscimenti. So che Le può apparire strano ma è così che funzionano le cose qui dentro. Non saprei con quale nome chiamare tutto ciò…

–      Si tratta di tecnologia invertita, come quella che sta applicando quel buontempone del tuo C/S. Nel tuo caso… più o meno Etica applicata al contrario. E’ una cosa estremamente dannosa ma avremo modo di parlarne. Dopo quello che mi hai raccontato, non so proprio come fate a stare ancora in piedi.

–      E’ molto dura Sir, ma ce la stiamo mettendo tutta per raggiungere gli obiettivi richiesti dal COB…

–      Già! Il “COB”… Ok, ma vediamo di procedere con ordine. Vorrei tornare per un momento ai favolosi incassi di Flag. Non posso pensare che si sia ridotta a vendere soltanto dei libri. Delle GI così importanti devono essere giustificate in altro modo, per cui sarei curioso di sapere come procede il lato processing e che tipo di movimento hai notato.

–      Ah beh, c’è un gran via vai di gente che viene da tutte le parti Sir.

–      Questo va bene, ma l’importante è che sappiano dove andare. Sai quali siano i servizi più gettonati?

–      Beh, per esempio, negli ultimi anni si vendono molto bene gli L’s, tant’è che l’Org ha una certa difficoltà con i Classe XXII. Oltre tutto, ogni anno che passa ne vedo sempre meno in circolazione.

–      Capisco. Hai una qualche idea del loro costo? Si tratta di Rundown molto speciali.

–      Altroché Sir. Io non potrei mai permettermeli e credo anche un sacco di scientologist che conosco. Comunque, per farli tutti e tre si parla di oltre 100 mila dollari.

–      Perbacco! Questo mi fa capire che l’org stia attirando sulle sue linee un esclusivo pubblico di ricconi.

–      Affatto Sir. Da quel che mi risulta sono tutti più o meno indebitati fino al collo e, a meno che non abbiano un’attività più che remunerativa, dopo che sono passati per Flag, non li vediamo più per parecchio tempo.

–      Non ho difficoltà a crederci. Allora deve senz’altro trattarsi di disperazione. Che mi dici del resto?

–      Le saune sono strapiene e tantissimi sono sugli Oggettivi.

–      Ah bene. Tutto questo pubblico nuovo è incoraggiante…

–      No Sir. La maggioranza di loro sono OT e PreOT.

–      Non ho capito bene. Ridammela, ti prego.

–      Certo Sir. Molti di coloro che stanno facendo il Purif e gli Oggettivi sono proprio quelli più avanti sul Ponte e la difficoltà che abbiamo è…

–      Che non avete abbastanza auditor per accontentarli tutti. Non è così?

–      Esattamente Sir.

–      Mi sembra di sognare. Ok, completami il quadro, per favore.

–      C’è poco altro da aggiungere Signore.

–      Le mie coronarie ti ringraziano.

–      Sir?

–      Tranquillo… stavo scherzando. Ma salteranno a qualcun’altro, vedrai. Una cosa: come stanno procedendo i Solo NOT’s?

–      Per quanto vorrei essere al loro posto Sir, non so però se riuscirei a stare di fronte a tutto l’andirivieni che si fa su quel livello.

–      Spiegati meglio.

–      Mi perdoni Sir… ma non ha stabilito Lei che i Solo NOT’s devono venire a Flag per il “Six Months Check?”

–      Se ho scritto una cosa del genere ragazzo, devo essermi scolato una bottiglia di whisky andata a male. Ma ti sarei grato se mi dicessi di che cosa si tratta.

–      Subito Sir. Il Six Months Check è stato introdotto come azione obbligatoria per i Solo NOT’s da una FSO ED che credo risalga al 2007. In pratica ogni sei mesi…

–      Continuo io… i Solo NOTs, anzi “tutti” i Solo NOT’s, indipendentemente che stiano andando bene sul loro livello oppure no, devono presentarsi a rapporto dal MAA per fare un bel Sec Check. Più o meno come succede nell’area tra le vite dopo che un thetan ha mollato il corpo…

–      (?)

–      … Il tutto ovviamente a loro spese. Dimmi se mi sono sbagliato.

–      Affatto Signore. A parte quello che ha detto sull’area tra le vite, è proprio così.

–      Non avevo dubbi. E magari, visto che si trovano a Flag vengono reggiati anche per qualcos’altro. Giusto?

–      Infatti Sir. Ho visto coi miei occhi che tanti di loro ripartono da qui con decine di E-Meter e  svariati Set completi di tutti i nuovi Basic.

–      Magnifico. Ma per caso… ti è rimasta l’attenzione da qualche parte?

–      Non le sfugge mai nulla Sir. Effettivamente stavo pensando…

–      All’area tra le vite? Beh, non dovresti essere turbato da cose tanto lontane alla tua vista. Il danno che potrebbe farti in questo momento è pari al morso che riceverebbe un grosso elefante da una pulce. Purtroppo il tuo ambiente immediato non è altrettanto indolore. Ma il punto è un altro, non è vero? Ti stai chiedendo cosa c’entri questo con il ciclo dei NOT’s.

–      Posso azzardare un’ipotesi Sir?

–      Mi farebbe piacere. L’intraprendenza è una delle doti che apprezzo di più.

–      Grazie Signore. Innanzi tutto Le confesso che, sebbene sia tenuto a tenere per me quello che penso, sono un tipo piuttosto curioso…

–      Questo è tutt’altro che negativo. Vedi… se non fossi stato io stesso un tipo curioso, non avrei mai scoperto Scientology. Comunque prosegui.

–      Beh, diverso tempo fa, ho sentito fare da un OT V,  un commento che aveva dell’assurdo ma che tuttavia ha lasciato una traccia indelebile dentro di me. Conoscevo quella persona poiché veniva spesso a Flag per andare avanti sul Ponte, ma doveva essere continuamente riparato non so per quali motivi. Il tale, probabilmente andato Tipo III, andava asserendo che Flag, anzi tutta Scientology non era ormai altro che una fabbrica di implant. La cosa strana è che, sebbene mi sembrò l’affermazione di un folle, non potei non pensare: E se fosse vero?

–      Già. Ti fossi trovato a far parte di qualche Ordine Cattolico di neanche tanto tempo fa, immagino che dopo aver osato fare pensieri simili ti saresti flagellato a sangue con il cilicio.

–      Sembra che Lei mi legga nel pensiero Signore. Comunque sia, cominciai ad osservare le facce ed il comportamento di coloro che frequentavano l’Org e… non so come dirglielo ma avevo sempre di più l’impressione che quel tipo avesse ragione.

–      Ti capisco benissimo e grazie per avermene parlato. Ti senti meglio ora?

–      Alla grande Sir. Parlare con lei è una cosa meravigliosa oltre ad essere un privilegio.

–      In verità, anch’io confesso che mi è sempre piaciuto parlare con tutti voi e molto raramente sono rimasto deluso dai miei interlocutori. Ma bando ai complimenti perché vorrei chiarirti a sufficienza tutta questa faccenda. Vedi, la questione degli implant è molto semplice ma vorrei che ci arrivassi da solo. Ricordi quando parlavamo di tecnologia invertita?

–      Certamente Sir.

–      Bene. Stando semplici… se hai un’idea in che cosa consiste un implant non dovresti avere difficoltà nel comprendere che se un auditor dà un certo tipo di procedimento ad una persona che non dovrebbe riceverlo, ciò diventa qualcosa di imposto per quella persona. Ecco che, portando la cosa all’estremo, la sua volontà va a farsi friggere e quel che resta è un Essere robotizzato. Quell’OT V di cui mi parlavi poco fa, è sicuramente finito in una centrifuga di questo tipo. Tuttavia posso dirti che potrebbe essere riparato piuttosto facilmente a patto che stia alla larga da quel C/S. Chiaro adesso?

–      Cristallino Signore.

–      Ottimo. E sai cosa sto pensando a proposito di tutto ciò?

–      Non pretenda troppo da me Sir. In quindici anni sono riuscito a fare soltanto il Purif.

–      Mi dispiace per questo ma non mi stupisce affatto. Ad ogni modo stavo pensando che in quel giorno di febbraio del 1965, al posto di stare a perdere tutto quel tempo a scrivere KSW 1, avrei fatto meglio ad andare a pescare. Qualche pesce l’avrei preso.

–      Mi rendo conto Sir, che alcune cose potrebbero migliorare ma, dalle notizie lusinghiere che ci arrivano dal management, la situazione generale sembra essere molto rosea per tutta Scientology. Da quello che dice il COB dobbiamo solo tenere duro e la vittoria è assicurata.

–      Questo era più o meno quello che pensava Hitler quando si era rinchiuso nel bunker. Il pazzoide pensava ancora di vincere la guerra, con i Russi che avevano già invaso Berlino. Vedi ragazzo, Scientology non ha alcun bisogno di avere un Fȕhrer paranoico al suo comando, ma soltanto di persone con sufficiente intelligenza da comprendere che se vogliono farcela non devono fare altro che applicare la tecnologia così come sta scritta. Non è più semplice di così. E gli uomini migliori di cui essa dispone devono essere tenuti in grande considerazione. Qui mi riferisco agli auditor più addestrati, a tutti i terminali tecnici più importanti e di valore, infine a tutti coloro che hanno dimostrato, negli anni, di essere persone veramente in gamba e di fiducia. Per cui, vorrei chiederti di alcune vecchie conoscenze. D.C. è ancora nei paraggi?

–      No, Signore. E’ appena stata dichiarata Persona Soppressiva.

–      Non mi dire. Una così brava persona e anche estremamente addestrata. Ma che le è successo?

–      Si è permessa di inviare una comunicazione a migliaia di scientologist, parlando male del COB, del management e di tutta Scientology.

–      Capisco. Tu hai letto quella comunicazione?

–      No, assolutamente. Ci è stato vietato…

–      Naturalmente.  Di M.H. che mi dici? E’ sempre stato una persona squisita.

–      Mi dispiace ma sono anni che non se ne sa più nulla.

–      Sparito?

–      Così sembra. Nessuno sa che fine abbia fatto e adesso che mi ci fa pensare è alquanto strano.

–      Appunto. Allora dimmi di R.M., è stato il miglior Senior C/S per un buon numero di anni.

–      E’ stato buttato fuori con disonore dalla Chiesa. Credo che stia con un gruppo di squirrel.

–      Addirittura. E G.H.? Mi ricordo che era OT VIII.

–      Morto di cancro, Signore.

–      Allucinante! E B.R.?

–      E’ andato tipo III da un giorno all’altro Sir.

–      Brutta faccenda. Cosa sai di T.S.?

–      Si è dichiarato Indipendente il mese scorso.

–      Indipendente? Che vuol dire?

–      E’ una lunga storia…

–      Ok, dopo la chiariamo. Intanto parlami di O.M.

–      Da quello che so è stato visto razzolare nei rifiuti come un barbone.

–      Forse vi siete sbagliati con qualcun altro…

–      No, no Sir. Era proprio lui.

–      Molto strano… e K.G.?

–      E’ caduto dalle scale e ci è rimasto secco, Sir.

–      Ma se non ha mai preso una storta in tutta la sua vita! Ok, dimmi di T.R. allora.

–      E’ stato dichiarato SP dal COB in persona.

–      Non ti chiedo il perché. M.C. junior?

–      E’ andato in bancarotta un anno fa. Ora ha problemi più grossi.

–      E’ andato in bancarotta? Ma se suo padre gestiva una delle più floride aziende degli Stati Uniti. Cosa gli è successo?

–      Ha fatto una donazione alla Chiesa di oltre due milioni di dollari Sir.

–      Beh, per quanto possa apprezzare il suo generoso gesto,  mi sembra però alquanto stupido da parte sua. Non si dovrebbe mai mettere in pericolo il proprio futuro. Tra l’altro le nostre Chiese sono progettate per sostenersi esclusivamente attraverso la vendita e relativa consegna dei servizi. Le entrate  così prodotte sono perciò sufficienti a garantire la loro stabilità. Quando i servizi sono di ottima qualità e vengono venduti in abbondanza, le organizzazioni possono espandersi fino a raggiungere quella scena ideale che io descrivo in una Direttiva Esecutiva che mi sembra risalga al maggio del 1970.

–      Ehm…

–      Qualcosa non va, ragazzo?

–      Chiedo scusa Sir. Per caso il suo riferimento è quello relativo all’Organizzazione Ideale?

–      Esattamente… ed ho l’impressione che tu voglia dirmi qualcosa. Ma ti chiedo di poter prima fare una riflessione su come siano finiti male alcuni dei miei migliori amici. Vedi, quelle persone   che ti ho citato poco fa, erano tra le persone più rispettabili che io abbia mai conosciuto. Qualcuno di essi ha contribuito enormemente allo sviluppo della tecnologia ed è stato addestrato personalmente da me. Ora, non mi è ancora del tutto chiaro come sia potuto accadere che abbiano tutti fatto una fine così indegna. Tuttavia, dobbiamo riconoscere, a fronte di quanto andavo affermando poco fa, che dev’esserci qualcosa di sbagliato da qualche parte. Non credi?

–      Beh… Non posso che essere d’accordo con Lei Sir, nonostante quanto dichiarato dal management.

–      Ottimo. Allora vediamo di far sparire un po’ di ombre dal nostro percorso. Tutto ciò non potrà che favorire i nostri scopi più elevati. Sei d’accordo?

–      Certo Signore ma…

–      Si? Temi forse che possa metterti in difficoltà con i tuoi superiori?

–      Più o meno Sir. Io voglio essere di aiuto con tutto il cuore, veramente. Tuttavia non vorrei pagare a caro prezzo il fatto che io abbia detto cose per le quali potrei essere seriamente biasimato, usando un eufemismo.

–      Questo l’avevo capito. In ogni caso ti ricordo che la libertà esige sempre qualcosa in cambio da chi la persegue. Ma del resto… può essere assai peggio se non la si confronta. Questa è la tua occasione ragazzo e non posso dirti se mai potrà ripetersi. Accetterò qualsiasi tua decisione a riguardo per cui non sentirti obbligato solo perché stai parlando con Ron…

–      No Sir. Sono pronto.

–      Molto bene. Come dovresti sapere, non sono mai andato molto ragionevole con il Q&A per cui, non volendo lasciare nulla in sospeso, come prima cosa spiegami chi sono questi Indipendenti. Dimmi tutto quello che sai ma forse sarebbe meglio dire… quello che ti è “dato” sapere.

–      Beh, dalle informazioni che ho… ufficialmente si tratta di un numero non ben precisato di Squirrel dissociatisi dalla Chiesa nel corso degli ultimi anni. Ovviamente sono tutti SP dichiarati e da quello che dice il management, della peggior specie. Tutti gli Uffici degli Affari Speciali, su ordine diretto del COB, stanno facendo il diavolo a quattro per metterli nell’impossibilità di nuocere alla nostra religione.

–      Immagino si tratti per lo più di scientologist alle prime armi. Sai… le parole malcomprese possono fare seri danni alla mente di una persona, impedendole oltretutto di salire sul Ponte.

–      Beh, allora la cosa è molto strana Sir poiché so per certo che tra di loro ci sono scientologist che hanno raggiunto i più alti livelli del Ponte, sia da una parte che dall’altra. In più, pare che tutto sia partito da alcuni Executive di alto rango, membri che hanno lavorato a stretto contatto proprio con il COB o comunque nelle strutture più influenti di Scientology.

–      Mmm. La cosa non è soltanto strana bensì addirittura paradossale. Tuttavia, mi interessa relativamente ciò che dicono le fonti ufficiali della Chiesa. Hai una vaga idea di quello che vanno dicendo questi “Criminali” della peggior specie?

–      Mah, un mio cugino ha ricevuto una mail da uno di essi, un OT VIII di vecchia data credo, e mi ha riferito una sintesi del suo contenuto…

–      Ebbene?

–      Beh, nel professarsi comunque a favore di Scientology e affermando di esserle amico Sir, costui denunciava tutta una serie di incresciose situazioni che coinvolgevano il COB in persona. Queste mettevano in discussione la sua particolare condotta così come pure una lunga lista di arbitrari che lui avrebbe introdotto in Scientology nel corso degli anni.

–      Capisco. Qual è il tuo punto di vista su tutto ciò?

–      Il mio punto di vista Sir?

–      Certo ragazzo. Mi interessa enormemente sapere cosa ne pensi tu.

–      Devo essere sincero Signore. E’ la prima volta, qui dentro, che mi sento chiedere una cosa del genere.

–      Chiaro. Allora mi sembra arrivato il momento di cambiare le cose, non credi?

–      Mi fido di lei Sir…

–      Coraggio… nessuno ha denti più affilati dei tuoi.

–      Onestamente Signore, quello che penso è che non è mai tutto oro quello che luccica.

–      Ottima risposta. Ti sei meritato l’oscar per la diplomazia.

–      Grazie Sir, ma ora spetta a me chiedere il suo parere, più che altro per sapere se i miei dubbi hanno un fondamento.

–      Non avertene a male ma l’unica cosa che posso dirti è di non invalidare mai le tue percezioni. Se dovessi proprio esprimere la mia opinione sulla questione, credimi, non sarei altrettanto diplomatico.

–      Grazie Sir, terrò a mente le sue parole.

–      Bene. Adesso, risalendo la catena, resta da chiarire un’ultima cosa…

–      Quella dell’Organizzazione Ideale Sir?

–      Eccellente. Stai facendo progressi! Sono sicuro che quando arriveremo alla fine di questa lunga chiacchierata tra amici, potrai vedere il mondo coi tuoi occhi. Bene, cosa volevi dirmi a riguardo?

–      Ci arrivo subito Sir. Da quello che ha affermato poco fa sull’espansione, mi è sembrato di capire che per Lei, le Org Ideali sarebbero una conseguenza dell’espansione stessa e non invece il punto di partenza…

–      Esattamente. Cosa non ti è chiaro?

–      E’ un po’ difficile da spiegare Sir… vede, il COB…

–      Ancora lui?

–      Si, dicevo… qualche anno fa, il COB ha lanciato una campagna per la realizzazione di Org Ideali su tutto il pianeta. Tutto ciò fa parte di una ben precisa strategia secondo la quale, ogni Org di Classe V, deve diventare al più presto un’Organizzazione Ideale…

–      Per adesso non vedo dove sta il problema…

–      Il punto che non capisco è che, secondo quanto afferma il management, tutta Scientology otterrà un’espansione senza precedenti “dopo” che avremo costruito le Org Ideali. Per cui, già soltanto questo mi sembra piuttosto in contrasto…

–      “Soltanto questo.” Perché… c’è dell’altro?

–      Beh, vede Sir, tutte queste Org Ideali stanno venendo finanziate dagli scientologist attraverso donazioni di una certa importanza…

–      (???) Vai avanti!

–      Ne abbiamo già inaugurate diverse e sono veramente fantastiche in quanto il COB non ha trascurato proprio nulla, affidandosi ai migliori architetti per le ristrutturazioni, per gli arredamenti interni e così via. I costi sono esorbitanti e ho sentito parlare di Org che sono costate parecchi milioni di dollari ma per fortuna c’è la IAS…

–      La IAS? E che cos’è… un’assicurazione contro gli infortuni? Spiegami un attimo.

–      Non so perché ma qualcosa nel suo tono mi dice che non dovrei parlarle di questo Sir.

–      Non vorrai mica avere dei withhold con me?

–      Non potrei mai Signore.

–      Bene. Allora fuori il rospo.

Lo staff spiega a Ron cosa sia la IAS e quali siano i suoi scopi ma senza dirgli ancora come       funziona.

–      Ho capito. Da quello che mi dici questa IAS ha più o meno lo stesso scopo che aveva l’HASI di più lontana memoria. Allora veniva richiesto di versare una piccola quota associativa annuale con cui ci si tesserava. Ancora non capisco però cosa c’entri con la situazione.

–      Forse è meglio che le spieghi come funziona la IAS.

–      Non ne vedo l’ora.

Lo staff spiega allora come opera la IAS e in che modo provvede alle svariate strategie  elaborate da David Miscavige. Ad un certo punto viene interrotto bruscamente.

–      COSA? Ma state per caso usando le mie policy per addormentarvi meglio la notte? A questo punto non mi meraviglia più che la gente vada in bancarotta. Non vi rendete conto che in questo modo state mandando tutto all’aria? Le persone devono andare sul Ponte! Non su quello di Brooklyn per buttarsi di sotto ma sul Ponte verso la Libertà Totale. Cose da pazzi.

–      Ma Sir. Il COB…

–      Il COB? Ti assicuro che tra non molto,  “Sir” David Miscavige avrà ben altre preoccupazioni che non organizzare ricevimenti mondani sul “suo” yacht.

–      Signore, vorrei ricordarle che ci stiamo espandendo come non mai. Tutti i nostri numeri sono in crescita. Lei stesso ha detto che quando le statistiche…

–      Di quali statistiche stai parlando? Per adesso l’unica statistica valida che mi hai comunicato è quella relativa alle GI. Ma anche quella è da buttare alle ortiche, visto che viene ottenuta vendendo materiali alterati terrorizzando il pubblico. Da quando va avanti in questo modo?

–      Non ho il coraggio di dirglielo Sir.

–      Comprendo benissimo.

–      (silenzio)

–      Va bene ragazzo. Mi rendo conto che forse ti sto chiedendo troppo. Tuttavia è necessario che cominci a stare di fronte alla situazione. Ed è altresì necessario che le idee che si sviluppano nella tua testa siano il frutto delle tue osservazioni e tue soltanto. Non prenderla come un’invalidazione. Le vere invalidazioni sono ben altre e credo che, proprio lì dove sei in questo momento,  tu ne sia ben circondato.

–      Io…

–      Si?

–      Per quanto possa risultare banale… volevo solo dirle che mi dispiace Sir. Ma nella realtà dei fatti non saprei veramente cosa fare. Credo di avere bisogno di un po’ di risposte.

–      Le risposte le hai davanti agli occhi tutti i giorni. Le risposte sono nei miei libri, nelle conferenze che ho registrato, nelle PLs e negli HCOB che vi ho lasciato affinchè possiate andare liberi.  Non ho dubbi che tu conosca i più semplici fondamenti su cui poggia un’organizzazione. Sono sufficienti questi per comprendere che la scena che abbiamo osservato non corrisponde minimamente a quanto vado affermando da più di mezzo secolo.

Per cui caro ragazzo… conosci la strada.

–      E’ tutto chiaro Sir. Tuttavia vorrei che lei comprendesse che io, qui dentro, non ho voce in capitolo e se mi azzardassi a…

–      Se ti azzardassi a fare cosa? Proprio quello per cui sei entrato in Scientology? E’ questo che volevi dire? Pensi forse che la tua INTEGRITA’ sia cosa da poco? O forse pensi di non essere così abile come io credo che tu sia?

–      No Sir…

–      Aspetta. Voglio dirti una cosa ragazzo e voglio che tu la duplichi molto bene, ma prima intendo farti una domanda: Perché credi mi sia rivolto proprio a te?

–      Non saprei Signore. Me lo stavo chiedendo anch’io.

–      Questo lo so. Come so che non sei d’accordo con la situazione e non certo perché hai parlato con me oggi. E’ da molto tempo che SAI che c’è qualcosa che non va ma per qualche strano motivo ti comporti come se le cose non ti riguardassero. Detto per inciso, conosco benissimo i fattori che si trovano a monte delle tue ragioni. Ricordi quando andavo dicendo:  “Quello che spacca una terza dinamica è il ritenere che lo farà qualcun altro?”

–      Perfettamente Sir.

–      Molto bene. Se mai ti sei chiesto cosa io mi aspettassi da OGNUNO di voi, ora hai la risposta. E qualora tu pensassi che soltanto Ron potrebbe fare qualcosa a riguardo, ti invito a riflettere attentamente prima di invalidare te stesso, le tue innate capacità infine l’enorme Potere di cui sei investito da trilioni di anni. Il fatto che non ricordi nulla di tutto ciò è il solo ed unico motivo per cui dovresti andare in disaccordo con tutte le meccaniche che ti stanno tenendo ancorato alle tue paure. Cosa mi dici adesso?

–      (dopo aver pensato un attimo) Sì. Credo che Lei abbia ragione Sir e credo che oggi sia proprio il giorno adatto per porre fine a tutto questo Q&A. Però mi tolga una curiosità…

–      Dimmi.

–      Lei sapeva tutto quanto sin dall’inizio, Sir. Mi sto sbagliando?

–      Ah,ah,ah. No ragazzo, non ti sbagli affatto e comunque mi aspettavo la tua domanda.

–      Ma allora… perché ha agito in questo modo?

–      E’ presto detto, ma non sentirti ingannato. Non potrei mai. E’ vero, sapevo già tutto… l’avevo previsto sai? Ma in questo momento non è tanto importante che IO sappia come stanno le cose quanto il fatto che lo sappiate voi stessi. Come tu ben sai, io ho fatto quello che ho potuto per mettere a disposizione di tutti la tecnologia funzionale di Scientology. Sebbene questa porti la mia firma, non significa che sia mia. Scientology appartiene a voi adesso, è vostra. Sta a voi usarla nell’esatto modo da me indicato e di difenderla da chiunque abbia motivi contrari ai principi chiaramente esposti. Qualsiasi cosa tu o qualcun’altro del tuo magnifico gruppo decidiate di fare a riguardo rientra nei limiti della vostra stessa libertà. Mi auguro soltanto che le vostre scelte vi permettano di raggiungere la vetta più alta che sono riuscito tanto faticosamente a scoprire.

–      (con le lacrime agli occhi) Grazie Sir. Da parte mia non ho altro da aggiungere ma se mi è concesso vorrei farle un’ultima domanda. Si tratta di una cosa che ogni scientologist vorrebbe senz’altro sapere e non posso non provare un certo timore nel chiederle questo.

–      Ok, spara.

–      Grazie Signore. Allora… Tornerà mai da noi?

–      Ah,ah,ah,ah…

–      (?)

–      Ah,ah,ah,ah…

–      Sir?

–      Si, ragazzo mio. Fammi riprendere un attimo. Vedi… in realtà, non me ne sono mai andato. Sono sempre rimasto con voi. Che amico sarei se vi avessi abbandonato?

–      Ma… non capisco…

–      Non è facile, ad ogni modo è così. Ovviamente non in senso fisico. Il mio essere tra di voi dev’essere inteso in altro modo e credo che tu abbia ormai raggiunto la sufficiente consapevolezza per capire cosa intendo dire.

–      Certo Sir. Adesso ho capito.

–      Ottimo. Un’ultima cosa prima di salutarti. Apprezzo molto il fatto che mi consideriate il vostro migliore amico e quanto mi abbiate in stima. Tuttavia, nulla è in grado di rallegrare il mio cuore tanto quanto il fatto di vedervi raggiungere le vostre mete. Ogni passo da voi compiuto in quella direzione è l’unico e giusto riconoscimento che la mia ambizione può richiedere. Dal momento che non ho mai avuto l’opportunità di dirvelo, vorrei farvi sapere che anche io vi considero i miei migliori amici.

–      Grazie Sir.

–      Ok, adesso è ora che tu riprenda il tuo lavoro. Hai cose ben più importanti da fare che non parlare al telefono con una voce. Mi permetto di farti una raccomandazione: Quando incontrerai nuovamente il tuo Senior, non essere troppo severo con “lei”. Sarà tuo preciso dovere affrontarla con decisione e fermezza, ma fallo usando la massima ARC. Questo è uno dei fondamenti più trascurati in Scientology ed è anche quello che vi tirerà fuori da ogni brutta situazione in cui vi siate mai cacciati.

–      Lo farò Sir.

–      Ne sono certo. Ah, la prossima volta che ci sentiamo… chiamami semplicemente Ron.

–      Grazie Sir. T-tac!

FINE

Annunci