This photo provided by courtesy of the Sundance Institute shows a scene from the documentary film,

Il film Going Clear su Scientology arriva in Italia il 25 Giugno.

Il regista Alex Gibney è un premio Oscar ricevuto nel 2007 col documentario Taxi to the Dark Side. Il libro da cui è tratto il film è stato scritto da Lawrence Wright, che ha ricevuto il premio Pulitzer, un premio statunitense considerato come la più prestigiosa onorificenza nazionale per il giornalismo e successi letterari.

Quindi abbiamo qui due grossi calibri per cui il film non poteva che essere di grande successo quale sta ricevendo negli Stati Uniti da quando è uscito in Marzo sull’emittente via cavo HBO, diventando, con oltre 5 milioni e mezzo di telespettatori, il documentario più visto sul canale negli ultimi anni.

Il film tratta in che modo un Credo religioso può diventare una prigione, chiamando a testimoniare i più alti dirigenti che hanno lavorato decine di anni in Scientology i quali rivelano gli abusi, le costrizioni e le violenze perpretate in quella che viene definita una Setta, in nome del proprio Credo.

Si parla di “Disconnessione” da parenti e amici qualora questi vengono percepiti come nemici, si parla di “assassinio della reputazione” in quanto i nemici devono essere annientati con qualunque mezzo, si parla di prigionie dove vengono relegati i membri dello staff che non si sono uniformati a quanto richiesto e molto altro.

Come c’era da aspettarsi i Servizi Segreti di Scientology hanno cominciato ad urlare attaccando i testimoni che parlano nel film ed anche il regista mettendo in atto la loro  vendetta da “Assassinio della reputazione”, in modo oltretutto così stupido proprio perchè in questo modo non fanno altro che confermare ciò che viene denunciato nel film.

Renata Lugli

Qui il Trailer del film http://www.wired.it/play/cinema/2015/06/16/going-clear-scientology-2/

Annunci