Tag

,

Tiziano con sua moglie Jamie, dopo il matrimonio partono per il viaggio di nozze in Grecia e non appena tornano a Los Angeles, dove risiedono, trovano un’ incredibile sorpresa: i giornali americani, specie quelli Hollywoodiani, riempiono le loro testate con una strepitosa notizia: il Produttore/Sceneggiatore premio Oscar, Paul Haggis, lascia la Chiesa di Scientology dopo un’appartenenza di 35 anni!

Forse in Italia Paul Haggis non è così tanto conosciuto come negli USA, ma lì lui ha un’alta reputazione come artista ed è un Opinion Leader nel settore cinematografico oltre a far parte di una ventina di associazioni che si occupano di beneficenza di cui Paul in diverse di queste riempie il ruolo di Presidente.

Tiziano legge i giornali molto stupito e, incuriosito, continua la sua informazione andando su internet dove trova articoli che parlano anche della massiccia fuoriuscita dalla Chiesa delle persone che lavoravano in Scientology nei ruoli di più alti ranghi.

Ognuno di loro rivela per la prima volta le atroci violenze perpetrate dal Leader di Scientology David Miscavige all’interno della Chiesa di cui questi personaggi, che hanno lavorato molto vicino a lui, ne sono stati testimoni.

In breve quello che succede è che in un secondo viene a crollare in Tiziano, così come a molti altri che ne sono venuti al corrente compreso noi, l’alto concetto di spiritualità, umanità ed aiuto che la Chiesa di Scientology rappresentava nel cuore dei propri fedeli. Le violenze rivelate non sono di poco conto, esse riguardano feroci percosse fisiche da parte del Leader sui suoi subalterni senza reali motivazioni, prigionie disumane, aborti forzati, divorzi forzati solo per capriccio del Leader, disconnessioni dai propri genitori, parenti e amici, privazione del sonno e atroci torture di vario genere, la lista potrebbe continuare ma non è questo il contesto.

Tiziano e sua moglie Jamie decidono allora di andare a trovare in Texas Marty Rathbun, considerato il “CHI” di tutta la faccenda delle rivelazioni essendo stato il primo ad abbandonare la Chiesa, a rivolgersi ai giornali ed è stato per più di un ventennio quello più alto di rango tanto che gli staff, riferendosi a lui, lo chiamavano “il secondo in comando”, dopo Miscavige naturalmente. Tiziano e Jamie volevano quindi sapere personalmente da lui e così prendono il volo per Corpus Cristi.

I Servizi Segreti di Scientology, illegalmente, sono riusciti ad ottenere, tramite un loro sistema, qualsiasi informazione dei voli aerei, compreso i nomi dei passeggeri, da e per Corpus Cristi oltre a tanti altri voli, per cui vengono immediatamente a conoscenza che i due freschi sposini erano presso Marty.

Ed ecco che ripiombano da noi per la seconda volta Marion Pow, Mike Sutter più una terza persona, Hans Shueli, un auditor di Classe IX e questa volta addirittura a sera inoltrata direttamente in casa nostra.

Ci informano che Tiziano e Jamie sono stati da Marty in Texas, che questa è una cosa molto grave in quanto Marty Rathbun è una Persona Soppressiva e sfoderano così la sua Dichiarazione lunga una ventina di pagine dove Marty veniva presentato come una persona tra le più terribili sulla faccia della terra.

Dopo di che passano subito su nostro figlio dicendo che era pesantemente fuori etica e ci volevano mostrare i suoi “crimini” contenuti nel  Folder di Etica di Tiziano che avevano portato con loro.

Questa è la classica operazione di OSA: DIFFAMARE.

Quella sera, visto l’ora tardi, io “fortunatamente” ero già a letto e non ho ricevuto l’impatto entheta diretto, come l’ha ricevuto Claudio attraverso quella infame richiesta.

Claudio si è categoricamente rifiutato di guardare nel folder di Tiziano affermando di non avere alcun interesse a conoscerne il contenuto in quanto è CONFIDENZIALE, è una VIOLAZIONE del segreto Prete-Penitente e non avrebbe comunque modificato l’opinione che noi avevamo di nostro figlio.

Quando Claudio mi ha raccontato il contenuto dell’incontro io ho preso la decisione di non parlare nè incontrare mai più queste tre persone, talmente ero rimasta disgustata, e non lo avrei fatto per tutto il periodo in cui si sarebbero fermati a Brescia. Ho trovato l’approccio così riluttante ed anti spirituale da non voler avere nulla a che fare con quelle persone spregevoli e senza scrupoli che non hanno dimostrato la benché minima assunzione di paternità e responsabilità per quanto FLag aveva causato su Tiziano quando ha permesso che partisse dalla Base con indicatori pessimi riguardo il suo stato di Clear. Adesso però erano ben pronti con tutta l’artiglieria a sparargli addosso ed erano pronti a farlo anche su di noi se non fossimo stati d’accordo.

Visto che io non volevo parlare con loro, hanno stressato Claudio affinchè mi convincesse a ricevere auditing, per questo infatti hanno portato con loro la terza persona, auditor di Classe IX. Loro lo chiamano “auditing”, ma era in effetti sarebbe stata una verifica di sicurezza, cioè una confessione forzata su di me, per conoscere le mie reali intenzioni.

L’insistenza che io ricevessi questa confessione forzata è durata dal 23 Dicembre sino al 31 Dicembre, Natale compreso, vi lascio immaginare la quantità di stress che abbiamo dovuto fronteggiare.

Nel frattempo hanno lavorato su quello che era lo scopo della loro visita: volevano sapere da Claudio quale comportamento noi avremmo adottato nei riguardi di Tiziano qualora lui non si fosse “pentito” e “conformato”, in altre parole se fossimo stati disposti a Disconnettere da lui: questo era lo scopo per cui sono volati da Los Angeles fino casa nostra nel cuore della notte!

Nei giorni della loro permanenza a Brescia, Claudio ha anche visto Marion Pow, Mike Sutter e Hans Shueli,  incontrarsi con 5 staff dei Servizi Segreti sia di Milano che di Brescia tra cui Rossella Cominelli, Gianluca Pedretti e Lorenzo Cordini, naturalmente per tramare contro di noi, come più tardi siamo venuti a conoscenza.

Arrivati al 31 Dicembre, non volendo farci rovinare anche il Capodanno oltre al Natale, abbiamo preso una decisione riguardo la Disconnessione da nostro figlio Tiziano, così Claudio ha detto solennemente a loro che noi non avremmo mai e poi mai disconnesso da nostro figlio e che io non non mi sarei sottoposta alla confessione forzata.

Così se ne andarono finalmente, ma …… quello era solo l’inizio ……

CONTINUA

Renata Fruscella Lugli

Annunci