Tag

paulh

Recentemente i media,  statunitensi, internazionali e italiani, hanno dato risalto alle accuse di molestie sessuali e stupro rivolte al regista Paul Haggis. Haggis avrebbe perpetrato queste molestie ai danni di quattro donne in occasioni e situazioni diverse. Ecco la stampa nazionale:

CORRIERE DELLA SERA

REPUBBLICA

TG COM

TODAY

LA STAMPA

LA NOTIZIA 

Le accuse non sono state denunciate alle forze dell’ordine ma utilizzando un avvocato, Ilann M. Maaze,sono state fatte conoscere ai media.

Attraverso Maaze Haleigh Breest, la prima accusatrice, ha richiesto un risarcimento danni di 9 milioni di dollari e poi altre simili richieste per le altre sue “clienti”.

Haggis ha immediatamente fatto una contro causa civile contro la BREEST.

Visto che Haggis e’ un bersaglio libero riteniamo che Scientology sia alla base di queste accuse e cercheremo di fornirne le motivazioni.

Sospettare  il coinvolgimento da parte di Scientology nella creazione di questa “bomba” a orologeria scoppiata in mano ad Haggis, e’ naturale conoscendo a fondo le direttive usate dalla setta per operare contro chiunque osi criticarla.

L’abbiamo definita bomba ad orologeria per due motivi, il primo che Haggis e’ il critico piu’ in vista che sia mai esistito e secondo perche’ il “pupillo” della chiesa Danny Masterson ha ricevuto pesanti denunce di abusi sessuali ed e’ stato licenziato da Netflix e dalla sua Agenzia

Inoltre  per chi come noi ha avuto a che fare con la “chiesa” di Scientology e in primo luogo con la sua branca piu’ infame: l’Ufficio degli Affari Speciali – OSA il dubbio non c’e’, anzi esistono certezze.

Questo visto che Haggis e’ il piu’ prominente ex scientologo che abbia pubblicamente attaccato la “chiesa” e denunciato i loro crimini, Haggis e’ stato intervistato da Lawrence Wright per un articolo pubblicato sul New Yorker intitolato L’Apostata, ha partecipato al Film di Alex Gibney Going Clear , e’ stato intervistato da Brian Williams nella trasmissione ROCK CENTER intitolata E’ Una Setta inoltre basta digitare su YOUTUBE Paul Haggis Scientology per ottenere una lista “infinita” di interviste e partecipazioni televisive. Non ultima la sua partecipazione alla seconda serie di Leah Remini e Mike Rinder: SCIENTOLOGY E LE SUE CONSEGUENZE . 

E probabilmente la lista di contributi di Haggis atti a esporre Scientology non finiscono qui, anzi, ma questo non e’ lo scopo di questo post. Lo scopo e’ quello di evidenziare il possibile legame tra le accuse di molestie e scientology visto che non c’e’ alcun dubbio sul fatto che Haggis sia un BERSAGLIO LIBERO.

Mike Rinder in un suo post recente dedicato ad Haggis e a come si incastrano i whistleblowers evidenzia quali sono le direttive seguite da OSA che proverebbero il loro coinvolgimento.

Quella piu’ rilevante a mio giudizio e’ INTELLIGENCE PRINCIPLES direttiva scritta da Hubbard il 28 Marzo del 1972. Spiega COME si fa a far perdere il lavoro ad una persona costruendo minacce sufficienti per fare in modo che si tirino indietro e smettano di attaccare:

Esempio: si scopre che Gosh Porge e’ una sorgente di antagonismo e lavora nell’Ufficio Miniere. Studiate l’ufficio Miniere. Stabilite tramite una survey accurata che loro non vedono di buon occhio impegati corrotti e in bancarotta. George Posh riceve nel suo ufficio un assegno di 250 sterline dalla Societa’ Alluminio D’America con scritto “per le dritte e i brevetti che ci hai mandato” e salta fuori un debito di “sua moglie” con Harrods per una pelliccia di visone e Harrods che gli fa causa, e poi “un tizio di Soho” vuole le sue 1800 sterline che  ha perso al gioco con lui e “una signorina” chiama il suo capo e chiede i diamanti che “Gosh si e’ fatto prestare” e mano mano che la cosa si gonfia nemmeno le smentite piu’ fervide faranno in modo che non venga licenziato.

 

Quindi non ho dubbi sul fatto che OSA abbia stabilito che “una denucia” di molestie e stupro, anzi quattro, non avrebbero messo in buona luce Haggis a Hollywood ….. e avranno fatto tutto quanto si sia reso necessario per far saltar fuori l’assegno della societa’ dell’Alluminio…. il debito della moglie…. il tizio di Soho…. e la signorina ….

E difatti  lo stesso Haggis denuncia sui media la possibilita’ che Scientology si celi dietro a quelle denuncie che lui per altro nega in modo categorico. Sara’ comunque molto difficile risalire al coinvolgimento della setta visto che il modus operandi e’ quello di agire per tramite di avvocati che a loro volta si rivolgono a detective privati che a loro volta assoldano persone con nessuna relazione con scientology, come affermano d’altronde le quattro persone che accusano Haggis di averle molestate.

Ma in sua difesa  entra in gioco la sua ex moglie Deborah Rennard con una lettera molto toccante nella quale smonta le possibilita’ sulle ipotesi che Haggis abbia compiuto quanto gli viene addebitato circostanziandone le motivazioni.

Ecco alcuni spezzoni della lettera:

In Dicembre 2017 Paul ha fatto causa ad una donna che gli aveva richiesto nove milioni di dollari come accordo stragiudiziale per evitare che lei rivelasse pubblicamente le sue supposte accuse.  Paul non ha voluto saperne  di negoziare e nemmeno di capitolare. Invece e’ andato dritto dall”ufficio del Procuratore Distrettuale – che a quanto ne so non sapeva nulla in relazione alla storia di questa signora – ed ha richiesto che lo interrogassero in dettaglio sulla cosa.

….

Conosco Paul. E so oltre ogni ragionevole dubbio e nel mio cuore che lui non avrebbe mai commesso alcun atto di violenza contro una donna.

….

Nel periodo in cui la signora Breest afferma sia avvenuta la violenza e cioe’ nel Gennaio del 2013, Paul aveva appena ricevuto un complicato intervento alla schiena. Per ordine del suo medico doveva indossare un tutore sotto la camicia per tutto il periodo della sua convalescenza. Lo ha tenuto sino al suo compleanno in Marzo e nello stesso periodo doveva fare molta attenzione su come si muoveva o come si alzava. Non era nella minima condizione fisica per trattenere una giovane donna contro la sua volonta’.

Ed oggi anche Leah Remini e Mike Rinder pubblicano una lettera aperta in difesa di Paul che l’HOLLYWOOD REPORTER pubblica.

Ecco un estratto della LETTERA:

Ci sono un sacco di ragioni per essere preoccupati se si difende chiunque in questo clima e in questo periodo sia accusato di molestie sessuali. Ma la paura delle conseguenze quando si dice la verita’ non ci ha trattenuto nel passato e non inizieremo a farlo adesso.

…..

Ci aspettiamo prossime “rivelazioni” su Paul Haggis in questa campagna atta a distruggerlo, basate su informazioni che sono state estrapolate dai suoi archivi in scientology, che usciranno sotto forma di accusatori/ici anonime, che si nasconderanno dietro ad un avvocato che non dovra’ mai rivelare chi sta pagando il conto.

Coloro che accusano senza rivolgersi alle forze dell’ordine, quelli che cercano di far pagare il loro silenzio per mantenere segrete le loro storie, quelli che fanno accuse in anonimato ai media – queste persone sono sospette. E quando l’obiettivo di queste tattiche e’ qualcuno che e’ stato un prominente critico di Scientology , allora la cosa e’ MOLTO sospetta.

Paul Haggis si merita, basandosi sul suo passato di gentiluomo e umanitario, di essere giudicato quando tutte le prove siano state acquisite sotto giuramento in tribunale, perche’ le affermazioni di accusatrici anonime che NON si sono rivolte alle forze dell’ordine non sono credibili.” 

Anche la stampa italiana inizia ad interessarsene e mostrare l’opzione “scientology”:

Da Movieplayer.it

Leah Remini: “Le accuse a Paul Haggis sono manovrate da Scientology”

Pensiamo non vi sia altro da aggiungere.

Claudio e Renata Lugli