creazione-michelangelo-20170222105941

Esiste una differenza che ritengo non sia stata sottolineata a sufficienza e penso sia importante soffermarci su questo, in special modo ai livelli OT piu’ avanzati.

Sto parlando della differenza tra la spinta che possiede un organismo biologico che Ron ha descitto in Dianetics che e’ quella di SOPPRAVVIVERE e la spinta di un thetan che e’ quella di CREARE.

Ce lo descrive qui:

HUBBARD COMMUNICATIONS OFFICE
Saint Hill Manor, East Grinstead, Sussex
HCO BULLETIN OF 27 JULY 1960

*****

VECCHI CICLI D’AZIONE

Il piu’ vecchio ciclo d’azione e’ naturalmente quello contenuto negli antichi inni Vedici, probabilmente scritti dallo stesso monaco Dharma, questo per quanto posso ricordare.

Mostra l’alba che diventa il giorno, che poi diventa la notte, e scaturendo dal nulla uno sviluppo progressivo porta ad un nuovo nulla. Questo e’ stato scritto, ritengo, nell’ ‘Inno al Figlio dell’Alba”, disponibile probabilmente in tuttte le biblioteche come Inno Vedico.
Il successivo ciclo d’azione e’ Creare – Sopravvivere – Distruggere che troviamo nella Scientology degli albori. La parte  dominante di questo ciclo naturalmente e’ apparso in Dianetics come prima legge del Libro Uno – Sopravvivere. 

Il Principio Dinamico che motiva quasi tutta la vita biologica e’ SOPRAVVIVI. La spinta piu’ fondamentale di un thetan, diversa dall’esistenza biologica, e’ CREARE.

Quindi in Fondamenti del Pensiero, il ciclo di azione diventa Creare – Creare – Creare – Creare – Non Creare (oppure Contro-Creare).

La sopravvivenza  e’ la manifestazione del creare. La creazione porta con se’ uno sforzo di creare continuamente che diventa “Sopravvivere”.