giordano_bruno2

Grandi filosofi hanno segnato il passo del genere umano, Bruno ha sfidato la “chiesa” ed e’ stato bruciato vivo per le sue “eresie”.

3c5bc05f-dc0e-4076-8d09-82c7f4f349b2

Da Wikipedia

A distanza di 400 anni, il 18 febbraio 2000 il papa Giovanni Paolo II, tramite una lettera del segretario di Stato Vaticano Angelo Sodano inviata ad un convegno che si svolse a Napoli, espresse profondo rammarico per la morte atroce di Giordano Bruno, pur non riabilitandone la dottrina: anche se la morte di Giordano Bruno “costituisce oggi per la Chiesa un motivo di profondo rammarico”, tuttavia “questo triste episodio della storia cristiana moderna” non consente la riabilitazione dell’opera del filosofo nolano arso vivo come eretico, perché “il cammino del suo pensiero lo condusse a scelte intellettuali che progressivamente si rivelarono, su alcuni punti decisivi, incompatibili con la dottrina cristiana”.

Il “lupo” perde il pelo……

Claudio Lugli