26870264_634680460206422_728833066545446912_n

Roberto Temponi ha voluto condividere con tutti noi il suo fantastico successo su L 12

E’ veramente magnifico avere una filosofia cosi’ potente da riuscire a modificare così drasticamente la nostra condizione spirituale.

Quello che scrive Roberto e’ meraviglioso, molto ZEN nel senso di:

«Una speciale tradizione esterna alle scritture (教外別傳)
Non dipendente dalle parole e dalle lettere (不立文字)
Che punta direttamente alla mente-cuore dell’uomo (直指人心)
Che vede dentro la propria natura e raggiunge la buddhità (見性成佛)»

Io sono veramente felice di aver contribuito aiutando Roberto a raggiungere questa sua nuova condizione di esistenza.

Lui titola quanto scrive CONSAPEVOLEZZA e circoscrive la parola con due simboli dell’infinito.

220px-Infinite.svgCONSAPEVOLEZZA220px-Infinite.svg

     Non mi sento di definirlo un successo, sarebbe riduttivo.

In questo passo di auditing, L12, ho assunto un punto di vista riguardo me stesso, anzi io sono il punto di vista, senza il bisogno di assumere un punto di vista.

Solitamente quando esprimo qualcosa per farmi capire meglio cerco riferimenti collegati sia all’universo fisico sia a quello Theta (spirituale) (oggetti, azioni, emozioni) ecc.

Cio’ che ho raggiunto esula da tutti i concetti che ho assunto nell’esistere sulla Traccia sino ad ora.

Non e’ una esteriorizzazione di qualche tipo, semplicemente esisto indipendente da me stesso in quanto “ENTITA”, potrei dire (solamente per farmi capire meglio), perche’ vi assicuro che nonostante tutto il Ponte fatto fino a New OT8, non conoscevo questa banda d’onda emozionale, sempre che lo sia….. E’ assai complicato.

SONO IL TUTTO NEL NULLA … o VICEVERSA.

Sperimento la percezione di me stesso “vuoto” ma senza l’impulso di “dovere” riempire nulla, un vuoto pieno di tutto.

E’ una condiizone “folle”, non servono HAT per esistere, ho sgretolato energie, masse , valenze, molto altro trovando me stesso privo di entita’.

Avete presente il significato di 8008?….

Ho l’impressione di trovarmi sul secondo zero “0”, il terzo numero e di avere la condizione per poter cimentarmi sull’ultimo “8” (otto).

Pronto a costriure il mio nuovo Universo, indipendentemente dalla vita, parliamo di tutt’altra faccenda.

Smentisco William Shakespeare con il suo “Essere o non essere, questo e’ ……”

Carissimo William Shakespeare:

ESSERE O NON ESSERE, NON E’ UN PROBLEMA.

Ringrazio LRH, Accademia8008, il mio Auditor e C/S Claudio (stellare).

Temponi Roberto