cosmica

English follows

Alcuni motivi per cui e’ sensato diventare OT! Buona lettura:

 

UNA STORIA DELL’UOMO

(Estratto)

Questo universo è un universo duro.

È un universo terribile e mortale.

Solo i forti vi sopravvivono, solo gli spietati possono conquistarlo. Un essere che abbia anche un solo punto debole non potrà reggere a lungo, perché questo universo lo scoverà, lo sonderà, lo allargherà e lo farà imputridire.

Alla fine questo punto debole diventerà una ferita purulenta così estesa che l’essere sarà sopraffatto dalle sue stesse piaghe.

Combattendo questa battaglia per la sopravvivenza, battaglia che è costretto
a combattere, un essere non può permettersi, nell’universo MEST, di mostrare alcuna decenza, carità o etica, non può permettersi nessuna debolezza, nessuna pietà.

Nel momento in cui lo facesse, sarebbe perduto, perché è circondato da rocce fredde e aspre, e da energia infocata che, indipendentemente dallo stato di aberrazione della società in cui vive, lo travolgeranno immediatamente non appena cesserà di ubbidire alle leggi, anche le più insignificanti, dell’universo MEST.

Questo è un universo dominato dalla forza.

Non è un universo retto dalla ragione.

Brutale, cieca, immorale e spietata, la forza MEST è in agguato, pronta a punire qualsiasi essere nasconda una debolezza.

Possedere un corpo MEST è rischioso, perché attraverso il corpo un essere può ricevere dolore, o subire il ricatto del bisogno quotidiano di mangiare e di doversi difendere dagli attacchi fino a culminare in una semplice marionetta al ritmo rotatorio di qualche ottuso pianeta bruciato da un sole remoto e incurante. In queste
condizioni un essere, gravato dalla cura e dall’onere di un corpo, e reso insicuro
dall’ignoranza, si inginocchia davanti a strani dèi inesistenti, ricorre a orribili surrogati della giustizia, si sottomette alla bomba più potente o alla spada più affilata.

ENGLISH

This universe is a rough universe.

It is a terrible and deadly universe.

Only the strong survive it, only the ruthless can own it.

Given one weak spot a being cannot long endure it for this universe will search it out and enlarge it and fester and probe it until that weak spot is a festering wound so large that the being is engulfed by his own sores.Fighting this battle for survival, and fight it he must, a being in the MEST universe cannot seem to afford decency or charity or ethics; he cannot afford any weakness, any mercy.

The moment he does he is lost—for he is surrounded by chilled, coarse rock and molten energy which, no matter the state of aberration of his social surroundings, will engulf him instantly that he ceases to obey the very least laws of MEST.
This is a universe of force. It is not a universe of reason. Brutal, unthinking, without
decency or mercy, MEST force awaits with punishment any being with any weakness.
The possession of a MEST body is a liability for through that body the being can be
given pain, can be regimented by the routine demands of eating and care from harm until at the very, very highest he can be but a puppet dancing to the spin of some unthinking planet under the strong glare of a remote and careless sun. Under these conditions a being burdened with care and liability of a body, made uncertain by an unknowingness, bows to strange and non-existent gods, resorts to terrible make-shifts in lieu of justice,- cringes before the mightier bomb, the sharper blade.