Una bambina all’età di 13 anni, dopo essere stata abusata da suo padre, viene anche colpevolizzata dalla “Chiesa” di Scientology pur di salvare il padre, suo adepto! Questa è un’altra categoria di abusi protratti dalla “Chiesa”.

Ormai il web è colmo di notizie riguardanti gli abusi che dimostrano che Scientology è una pericolosissima Setta e lo vediamo attraverso le testimonianze di centinaia di persone che li hanno subiti, eppure loro continuano a farsi chiamare “Chiesa” e a farsi paladini dei Diritti Umani, CCDU, e li abbiamo visti prodigarsi anche sui diritti umani dei bambini cavalcando l’onda degli incresciosi avvenimenti di Bibbiano, ma con un solo scopo, quello del personale PR e approfittarne per fare proselitismo, ma guardandosi bene dal nominare la parolina “Scientology” altrimenti la gente scappa.

In questo video andato in onda in Italia sul canale Crime+Investigation, vediamo un esempio di testimonianza di questo tipo di abuso sui minori: https://youtu.be/U4vU47m3Q34

Spero anche che l’avvocato di Scientology, Daria Pesce, venga a conoscenza della quantità degli efferati abusi accompagnati dalle inconfutabili evidenze di cui ne è pieno il web che riguardano la sua assistita, come in questo caso la violenza sui minori non solo coperta, ma far ricadere la colpa sul minore pur di scagionare il padre per pubbliche relazioni circa Scientology, povera bambina violentata due volte fisicamente e psicologicamente dalla terribile setta. In modo che Daria Pesce sappia CHI sta difendendo.

Renata Fruscella Lugli