Ho notato un forte interesse relativo all’ultimo articolo. Certo i contenuti sono affascinanti, ci danno risposte che abbiamo sempre cercato. Risposte valide? Nessuno lo può giudicare se non voi stessi, la vostra esperienza individuale lo potrà confermare. Niente deve essere preso per scontato. Questo vale per qualsiasi provenienza e sorgente autoritaria. Certo l’affidabilità della sorgente da cui proviene un determinato dato è molto importante per valutarne l’affidabilità ed in relazione agli studi e ricerche sull’essere umano ritengo Ron molto affidabile. Quindi rimanendo su questa linea vi fornisco qualche altra gemma sempre del periodo 1952.

Vi invito, prima di entrare nel merito, a rivedere le differenze tra la linea Theta e quella Genetica che ritrovate sempre nel libro Una Storia dell’Uomo, concetti che verranno espansi nella conferenza che vi allego.

Nel Quarto Capitolo del libro Ron scrive:

La linea genetica è composta da tutti gli episodi che sono accaduti durante l’evoluzione del corpo MEST. L’insieme di questi facsimili assomiglia ad un essere. Questo essere è abitualmente chiamato entità genetica o “GE”.

Nel Settimo Capitolo:

La storia della linea theta è lunga e interessante. Tuttavia è assolutamente necessario conoscere solo quel segmento di essa che più direttamente condiziona il vostro preclear. Vi farà piacere sapere che questo è relativamente corto, praticamente è un battito di ciglia a paragone di quello che potrebbe essere.
L’intera traccia sembra iniziare circa settanta trilioni di anni fa.

Quanto segue è contenuto in un’altra conferenza sulla Tecnica 88 tenuta da Ron il 27 Giugno 1952 intitolata “Le linee Theta e Genetica“.

Poi c’è il fatto che c’è un Incrocio con la Linea Genetica . C’è la vostra Linea Theta che arriva da millioni di anni, e poi avete questa Linea Genetica che è arrivata qui, nel 1785 o nel 1202 A.C. o in qualche altra data. La persona è sceso per la sua Linea Theta e si è incontrato con questa Linea Genetica (la linea dell’evoluzione qui sulla Terra) la linea del corpo MEST. Questa linea del corpo possiede una sua identità che si prende cura del corpo. E’ una identità centrale, ha del potere in relazione al corpo.

Quindi questo “incrocio” mischia in realtà le due “linee” le due Traccie del tempo si mischiano in quel composito chiamato UOMO.

Nel primo libro chiamavamo questa mente, la Mente Somatica. (Tratto dal Libro 1: La mente umana si può pensare avere tre principali suddivisioni. Prima, la mente anlitica, come seconda c’è la mente reattiva e come terza c’è la mente somatica. )Sapevamo che era lì e l’avevamo individuata, ma non conoscevamo completamente quale fosse la sua sorgente. Questa ha la durata di questa vita. Non c’è da avere molto interesse in relazione alla mente somatica. Puoi darle procedimenti e continuare a darle procedimenti senza che non accada nulla di speciale, perchè è abbastanza stupida. Ha accumulato un numero enorme di facsimili dal suo inizio qui sulla Terra sino ad arrivare al presente. Ha una registrazione sotto forma di facsimili di qualsiasi cosa le sia successa. Facsimili delle sue morti, facsimili di questo e di quello, una registrazione completa.

Ora è ovvio che qui nel 52 Ron voleva differenziare le due linee e la lor diversa provenienza, una linea quella theta che poteva attingere da 70 trilioni di anni di esperienza, l’altra quella genetica una linea che attingeva esclusivamente dalle esperienze vissute sulla Terra di una durata ovviamente molto limitata rispetto a quella Theta. Questo serviva stabilire per poi essere utilizzato nei procedimenti per ottenere il “chiarimento” nel senso di focalizzare “cosa” audire. Ora, grazie a studi successivi questa differenziazione tra i facsimili di questa o quella entità o appartenenti al PC non esiste più in relazione ai procedimenti e su “cosa” audire, questo vale per tutti i Gradi inferiori o NED (Nuova Era Dianetics) – semplicemente si audisce quello che viene fornito dal PC, il quale è un essere comunque composito e soggetto all’influenza dell’entità genetica e altre entita come specificato nell’HCOB “La Natura di un Essere” a condizione che quell a cui ci si indirizza sia carico sul meter. Continuando con la Conferenza:

Ora l’essere Theta cosa se ne fa di tutto questo? Questo corpo somatico fa dei salti, passa attraverso questa generazione, muore, e passa immediatamente nelle specie a cui appartiene in questa gerazione, muore, passa in questa e , muore, in questa e muore. Ogni volta salta. Segue più o meno la linea del protoplasma e la linea del protoplasma è un flusso senza fine qui da specie a specie e da generazione in generazione, ed è una sorta di inseguimento di questo tipo. Il protoplasma porta con se parte della mappa, e lei (l’entità gentica) porta con se il progetto costruttivo e tra loro due hanno costruiti i corpi, ma lo fanno saltando. Se ne va alla morte, e torna poi subito nella linea. Muore, e dentro di nuovo nella linea, muore e poi entra di nuovo nella linea successiva. E quindi molto spesso avrete un Essere Theta che in apparenza possiede tutti questi facsimili MEST, tutta questa linea di dati somatici sembra apparentemente essere nell’essere Theta, ma non lo è.

Tutto questo viene confermato in modo condensato anche in Una Storia dell’Uomo:

Le vite sono, fino ad un certo punto, unità a sé stanti. Questo è dovuto al fatto che ciascuna vita, in cui il preclear è stato “legato” ad un corpo, viene vissuta con una differente squadra di base. Le entità genetiche infatti continuano ad avanzare lungo le rispettive linee evolutive, parallelamente alle rispettive linee protoplasmatiche, generazione dopo generazione, di solito sullo stesso pianeta, in questo caso la
Terra, e quando l’essere theta si innesta su una di queste linee provenendo da varie parti, di solito si innesta sulla linea di una GE completamente diversa dalla precedente. Ciascuna vita è dunque vissuta con una differente GE. Il preclear è stato, è e sarà sempre l’essere theta.

Chiariamo bene anche cos’è il Protoplasma e la sua linea e la connessione con la GE, sempre dal contenuto di Una Storia dell’Uomo:

Protoplasma: una sostanza semi-fluida e vischiosa che costituisce tutte le cellule animali e vegetali.

Quindi il protoplasma è l’essenza di ognuna delle cellule che costituisce il corpo umano. Come si evidenzia nel libro anche le cellule hanno vita propria e posseggono le loro esperienze che accumulano sotto forma di facsimili e possono influenzare la condizione di vita del PC come scritto nel libro:

Le lesioni cellulari costituiscono il primo obiettivo di auditing. Una cellula presa singolarmente è un animale vivente a tutti gli effetti. L’auditing più indicato per le lesioni cellulari è l’assistenza di emergenza, con cui l’auditor pone rimedio a un infortunio, un’ustione, un incidente che è appena accaduto. L’auditor, audendo una lesione cellulare appena avvenuta, troverà che i somatici sono molto intensi e di gran lunga più dolorosi di quando audisce un facsimile standard. Le lesioni cellulari
non sono audite in modo diverso da qualunque altro tipo di episodio. Comunque, va osservato che le singole cellule hanno “vite passate”, anzi questa è la manifestazione delle vite passate più semplice
da controllare. ………. (omissis) Le lesioni cellulari non richiedono un particolare tipo di auditing e
non riguardano solo un particolare tipo di lesioni, né esistono malattie psicosomatiche che richiedano l’auditing delle sole cellule.

Viene poi spiegato il ruolo dell Entità Genetica ed il suo inserimento nella linea protoplasmatica:

L’entità genetica apparentemente entra nella linea protoplasmatica circa fra i due e i sette giorni prima del concepimento. Ci sono alcuni indizi secondo cui le GE in realtà sarebbero due, una entrerebbe dalla parte dello sperma ed un’altra dalla parte dell’ovulo. Se la questione fosse ancora importante, si potrebbe spendere un po’ di tempo per stabilirlo definitivamente. La GE, infatti, audita in tempo presente risponde come se fosse due entità

Ma l’essere theta ha, di vita in vita una differente GE. Il tipo e la qualità del corpo MEST sono quindi differenti ogni volta. Il passato genetico del corpo MEST è ogni volta diverso dal punto di vista dell’essere theta. Così l’essere theta ha una varietà di esperienze che non sempre seguono, vita dopo vita, lo stesso schema.

In Una Storia dell’Uomo è incluso un grafico esemplificativo:

Nella Conferenza prosegue con:

Ora ecco come funziona la vita di un essere umano. Alla cima c’è il concepimento, con il bank prenatale, poi segue la nascita, l’infanzia e così via. Qui alla nascita, appena prima della nascita (alle volte 10 o 15 minuti prima della nascita, veramente così vicino) avrete l’Essere Theta che esce dalla Linea Theta e si unisce al corpo. L’Essere Somatico è già qui da tempo, di solito prima del concepimento oppure prorpio quando avviene il concepimento. L’Essere Somatico è rimasti lì per tutto quel tempo, ed ha vissuto tutto il bank prenatale sino a qui (la nascita) e normalmente, per lo meno adesso sulla traccia intera, avverà una unione proprio qui (quando si unisce l’essere theta). Quindi se voi iniziate i procedimenti, naturalmente voi potete indirizzare con i procedimenti tutto il bank prenatale, potete indirizzare i procedimenti al concepimento, potete indirizzare i procedimento a tutte queste cose. In realtà starete dando i procedimenti all’Essere Genetico, e verrete aiutati in questo dall’Essere Theta. “Sì facciamo dei procedimenti su questo! Dai, perchè loro si prendono cura del corpo!” Procedimenti, e procedimenti, e procedimenti, e non starete comunque audendo quella persona, ma la persona continuerà a percorrere, tutto sulla Linea Genetica.

Se di vostro interesse ecco il file intero, troverete ulteriori dati ovviamente….