Nell’86 alla morte di LRH il managment di Scientology si apprestò in pompa magna a celebrarla organizzando un evento in fretta e furia dove parlarono i top manager di Scientology incluso David Miscavige – Ma parlò anche l’allora destinato successore di LRH, o quanto sembrava essere tale: Pat Broeker.

Broeker era un Commodore Messenger che assieme alla moglie Anne era stato vicino ad LRH dopo che si era dato alla macchia nell’82.

Il potere di Broeker, come venne poi narrato da varie testimonianze, era dovuto al fatto che lo stesso asseriva di essere in possesso dei Livelli OT oltre OT 7 (il Solo NOTs del periodo).

Mostrò un presunto foglio di lavoro di una session di Ron dove si intravedeva una data formata da decine di zeri….. come prova che quelle informazioni fossero in suo possesso, ma affermò anche che tutta la tecnologia relativa ai Livelli OT superiori era compilata e sarebbe divenuta disponibile a tempo debito. L’altra affermazione fu che Ron avrebbe continuato le sue ricerche in livelli superiori senza il corpo che risultava essere un impedimento nella ricerca.

Tutte queste affermazioni risultarono in seguito essere delle enormi bugie rifilate agli scientologist per dare un senso di continuità e salvaguardare il proseguimento della Chie$a. Poi Broeker venne defenestrato da David MIscavige ed il resto è storia.

Miscavige continuò a perpetrare la “bugia”, rilasciò con enormi fanfare OT 8 nel 1988 per poi non rilasciare più nulla tranne i procedimenti del ZuppaPower che in realtà erano stati formulati da LRH a metà anni 70 per aumentare l’efficienza e produttività dello staff, anche per quelli Miscavige indorò la pillola creando ed utilizzando macchinari futuristici per annusare odori e per correre attorno a un palo. Oppure la soluzione era quella di far rifare tutto il Ponte un’altra volta a chi era giunto alla sua “cima”, e quindi si vedevano OT8 a cui veniva cancellato lo Stato di Clear e rimessi su oggettivi, per non parlare di Dianetics con relativi engram per catene!!!!!

Questa premessa serve per affermare, come fatto in precedenza, che nulla è stato compilato DOPO OT8, e che quindi il Ponte ufficiale in realtà è bloccato da quel punto in poi. Certamente come scritto in precedenza esistono i Livelli OT da 4 a 7 che vennero sviluppati dopo la metà degli anni 60. Livelli che vennero poi messi nell’armadio quando venne rilasciata NED per OT. Nella conferenza tenuta da David Mayo quando venne rilasciata NOTs e SOLO NOTs Mayo, allora Senior C/S Internazionale, affermò che il caso che veniva affrontato e risolto su NOTs era la causa delle difficoltà nell’ottenere risultati proprio su quei livelli. Livelli veramente OT che consistono di esercizi atti a sviluppare capacità OT.

Ma, e sottolineo ma, se si procede con uno studio cronologico della tecnologia sviluppata negli anni da LRH si comprende esattamente la direzione verso cui la ricerca si orientava. Naturalmente la tecnologia era in mutamento costante per fornire tecniche che funzionassero per chiunque e quindi molto spesso LRH doveva usare specchi retrovisori e sviluppare tecnologia nella parte bassa del ponte per sostenere l’avanzamento di chiunque.

Ma è molto, molto chiaro cosa porta la persona ad OT e quali siano i procedimenti da utilizzare. Non essendo “compilati” ed essendoci state molte scoperte a posteriori ovviamente questi procedimenti “OT” devono essere sperimentati, proprio come è avvenuto con qualsiasi procedimento sviluppato da Ron. La sperimentazione veniva sempre fatta utilizzando progetti pilota. Questo è il motivo per cui questi procedimenti li ho chiamati X da eXperimental in inglese. Richiedono molta competenza tecnica ma al momento chi li ha sperimentati o li sta sperimentando ne trae benefici sorprendenti. Quindi il Ponte è stato sistemato ed il percorso è di nuovo aperto.

Ecco un successo di Roberto che si sta audendo sulla prima parte di X:

SUCCESSO

Mentre è ancora in corso il procedimento OT sperimentale che sto facendo, mi sono reso conto di come mi stia portando sempre ad una maggiore conoscenza di me stesso, aiutandomi a comprendere quello che succede, ma soprattutto “perché” succede. Molte masse sono sparite.

Questo mi ha permesso di aumentare la capacità di stare di fronte alle situazioni della vita, osservando le situazioni per quello che “veramente” sono, esternamente, senza finirci “dentro”.

Una bella fetta di conoscenza!

Inoltre audirmi in SOLO mi piace molto, una splendida esperienza dove vado ad applicare diverse tecniche apprese nel “Solo Course”.

Tutto questo anche grazie alla sempre presente e paziente supervisione di Claudio.

Grazie anche a Ron, per la fantastica scoperta.

Roberto

Pubblicità