Tag

Amy Scobee

L’attrice americana Leah Remini usa la sua popolarità che ha negli USA per documentare dettagliatamente i terrificanti abusi protratti da decenni dal leader si Scientology David Miscavige venuti a galla solo alla fine del 2009 attraverso le testimonianze di dirigenti di alto rango di Scientology che ne sono usciti e lo fa girando dei film che fanno parte di serie televisive che hanno riscosso un ottimo successo.

Le serie infatti, che sono state tre, hanno ricevuto 5 candidature e 2 Emmy e sono andate in onda anche in Italia sul canale Crime + Investigation che è un canale televisivo tematico italiano edito da A+E Networks Italia. Il titolo delle serie originale in inglese è “Scientology And The Aftermath” “Scientology e Le sue Conseguenze”, ma per l’Italia hanno preferito cambiare il titolo in “Leah Remini – La mia fuga da Scientology”. Le serie, per chi ne fosse interessato sono tutte disponibili ancora adesso sulla rete Prime Video di Amazon proprio sul canale tematico Crime Investigation.

In questo video un’emozionante racconto di Amy Scobee, alto dirigente che si occupava in modo specifico delle celebrità che facevano capo al Celebrity Center International di Los Angeles la quale inizia il suo racconto partendo da quando all’età di 14 anni ha firmato “il contratto per un miliardo di anni” nella Sea Organization, SO, (e già questa la dice tutta) che è un’organizzazione di elite in Scientology, fino a quando ne è uscita decenni dopo.

La storia di Amy mi ha particolarmente emozionata innanzitutto perchè ha sperimentato come me la crudele pratica della disconnessione da parte di sua madre la quale, come me, è stata messa nella condizione di dover scegliere con chi disconnettere, la sua decisione però aveva a che fare se doveva scegliere sua figlia o suo marito con il quale era felicemente sposata da 34 anni.

E poi la storia di Amy mi ha particolarmente emozionata anche perchè l’ho conosciuta personalmente nel periodo in cui ho vissuto a Los Angeles con la mia famiglia e la incontravo spesso al Celebrity Center Int e nel rivederla su skype lei stessa mi ha ricordato del tempo che spendevamo insieme nei centri commerciali quando dovevamo acquistare gli accessori da indossare per il Gala del CC insieme a Karen Hollander, presidente del CC, la quale richiedeva spesso la mia consulenza nella scelta degli accessori da indossare sugli abiti da sera che avevo disegnato esclusivamente per lei. Ma davvero non conoscevo la brutta esperienza che Amy ha subìto dopo dentro la SO che ne ha causato il suo allontanamento.

Mi auguro che l’avvocato storico di Scientology Daria Pesce possa venire a conoscenza di questo video in cui non si fa altro che parlare della sua assistita in modo da conoscere sempre meglio quello che c’è da sapere sugli abusi protratti dal più di 2 decenni e se è il caso di continuare a difenderli! Oppure è probabile che l’avvocato si faccia ancora scudo del fatto che “Scientology è una confessione religiosa”, come deliberato dalla Cassazione nel 2000, ma dopo piu’ di 20 anni, con l’avvento di internet che ha portato a conoscenza di tutti gli scheletri che erano stati ben nascosti negli armadi del pazzo maniacale auto elettosi erede di L.R.Hubbard e leader di Scientology David Miscavige, quell’affermazione cara Pesce, non puo’ piu’ essere una giustificazione, un’attenuante, una copertura. Quella di continuare a rappresentarli, e’ semplicemente una sua scelta, punto.

La stessa cosa vale per Massimo Introvigne del Censur, apologeta delle sette, il quale anche lui continua ad insistere con le pubbliche relazioni della “confessione religiosa” quando è risaputo che solo il Ministero degli Interni può concedere la personalità giuridica civile come “culto ammesso nello Stato” ai sensi di legge, ma non mi sembra che questo sia avvenuto nè credo avverrà MAI!

Ed ecco il link del primo episodio in italiano.

Renata Fruscella Lugli

Pubblicità