Tag

, , ,

Lorenzo Cordini sopra una bici mentre aspetta che io esca dal supermercato, ma non si è accorto che mio marito Claudio è dietro di lui!
Lorenzo Cordini, servizi segreti di Scientology (sulla sinistra)
Lorenzo Cordini servizi segreti di Scientology, mentre aspetta la mia uscita del supermercato per seguirmi
Notare come ha sempre il cellulare a portata di mano facendo finta di parlare, ma in verità il cell deve essere a portata di mano per registrarmi non appena sarei uscita.

Una delle tattiche del “Fair Game” dei servizi segreti di Scientology, chiamati OSA, è quello di inseguire la persona percepita come “nemico”, con lo scopo di molestarla, infastidirla, vediamo come inseguono me.

Perchè questo? Semplicemente perchè nel 2010 io e mio marito Claudio abbiamo deciso di lasciare la “Chiesa” di Scientology dopo averne fatto parte per 36 anni e siamo andati sui Media a testimoniare gli atroci abusi che Scientology è capace di perpetrare senza ritegno alcuno, compreso quello di costringere mio figlio Flavio a Disconnettere da me e da Claudio dal 2010 ed è da allora che non abbiamo più notizie di lui. Abbiamo parlato anche di questo sui giornali ed in televisione ma alla “Chiesa” questo non è piaciuto ed allora sono partite contro noi due delle feroci ripercussioni che, pur avendole previsto con certezza, non abbiamo concesso che ci fermassero.

Lorenzo Cordini è uno staff dei servizi segreti di Scientology chiamati OSA (Ufficio degli Affari Speciali) che opera sulla zona di Brescia e provincia ed è stato una di quelle persone addette a molestarci. In queste foto lo vediamo all’opera mentre mi insegue fino al supermercato e poi si ferma per aspettare che esco per continuare l’inseguimento. Notare come ha sempre il cellulare a portata di mano facendo finta di parlare, ma in verità il cell deve essere a portata di mano per registrarmi non appena sarei uscita.

E’ probabile che avessero finito i soldi perchè prima chi mi inseguiva era un investigatore privato molto elegante in abito nero e camicia bianca che, oltre a seguirmi, mi filmava col cellulare. Non è stato il solo Investigatore privato che Scientology mi ha inviato, ce ne sono stati diversi (la “Chiesa” usa spesso investigatori privati esterni proprio per fare in modo che non siano gli staff a figurare e così si guardano bene dal lasciare le “impronte digitali”). Per questo dico devono aver finito il budget per l’area di Brescia, li avevano già spesi tutti per noi nelle agenzie investigatrici per arrivare a metterci la faccia con uno dei loro staff! Oppure Lorenzo Cordini non è stato capace di trattenersi visto che altre volte è personalmente intervenuto sulle nostre linee.

Qual’è lo scopo? Infastidirmi, intimorirmi, destabilizzarmi per silenziarmi e farmi retrocedere. Questo si chiama stalking ma in Scientology invece si chiama Fair Game , insieme a tantissime altre tattiche contemporaneamente. Peccato che Cordini non si sia accorto di avere mio marito Claudio proprio dietro di lui cogliendolo in flagrante. E così questa volta, raro che succeda, i servizi segreti di Scientology hanno lasciato le loro impronte……..!

Ma parlando nello specifico di Lorenzo Cordini, la tattica di molestare inseguendo, non è la sola a cui si è dedicato con noi, lui essendo nipote di un musicista abbastanza conosciuto a Brescia e avendo il suo stesso cognome, usava questa parentela per contattare i musicisti che erano sul Fb di mio marito Claudio per diffamarlo a 360° senza ritegno.

La cosa più carina che andava dicendo per esempio è che Claudio è un mezzo delinquente, beh è stato carino perchè avrebbe potuto dire “un delinquente” o un “pericoloso delinquente” ma sapeva che non doveva esagerare perchè Claudio è molto ben conosciuto e la sua reputazione è impeccabile (a meno che non decidano di fare come con il regista premio Oscar Paul Haggis, ma non credo che Claudio sia così importante da investire cifre a 6 zeri per infangare la sua reputazione comprando “testimoni”) quindi nessuno gli avrebbe creduto, ma dicendo un “mezzo delinquente” pensava di poter far breccia in qualche modo. Ma anche qui gli è andata male!

So che solo uno c’è cascato come una pera cotta che ci conosceva appena, ma TUTTI gli altri artisti hanno mandato Cordini a quel paese e poi ci hanno gentilmente avvisato di questo complotto su di noi. Ma ciò che è stato davvero rilevante è come si è comportato uno tra questi bravi artisti, quello più famoso tra loro. Lui ci ha fatto addirittura pervenire un messaggio che ha ricevuto da Lorenzo Cordini ed insieme a questo, una registrazione di una sua telefonata in cui cercava pesantemente di diffamare Claudio. La cosa notevole che abbiamo sentito nella registrazione è che, malgrado il nostro amico gli avesse detto che non era interessato a quella conversazione, Cordini insisteva a voler continuare a tutti i costi a parlare usando un tono davvero subdolo e insistente, ripetè un paio di volte “se dovessi dirti tutte le cose che so di Claudio, ci vorrebbero delle ore”!?!?!?

Ma perchè tutta questa insistenza? Perchè Cordini doveva ottenere ciò che si era prefisso per rispettare le direttive categoriche di Scientology e non solo del Fair Game ma anche di Una Investigazione Rumorosa. Il nostro amico artista doveva cambiare l’opinione che aveva di Claudio e togliergli l’amicizia e tagliarlo fuori!!! In altre parole fare terra bruciata intorno a noi.

Noi dopo aver ringraziato il nostro amico artista della consegna di quei due documenti, io e Claudio li abbiamo poi fatti pervenire a chi di dovere ed abbiamo saputo che in seguito il nostro caro Lorenzo Cordini, ha ricevuto a casa sua la visita delle forze dell’Ordine. Cordini questa volta hai proprio sbagliato, hai lasciato le impronte digitali!

La tattiche diffamatorie usate da Scientology sono tante, quella usata qui si chiama “polizia di Facebook” aiutato molto su questa linea da Fabius Rimini (Fabio Visani) un collaboratore esterno di Scientology, il quale appare più volte sulle nostre denunce e sui nostri video. Lo scopo di questa “polizia di Facebook” è trovare ogni modo per diffamare il “nemico” cercando di isolarlo dagli amici spargendo tanto di quel liquame quanto è la loro personale “creatività”.

Un’altra persona che ha aiutato molto Lorenzo Cordini è lo scientologo Marco Damiani (RIP da poco) il quale essendo molto introdotto tra gli artisti di Brescia, dava e riceveva informazioni su di noi ai servizi segreti non solo di Brescia ma anche ai dirigenti italiani di Milano che a loro volta sono in connessione con quelli della Base Internazionale (LA) da dove sono sempre partite le operazioni di spionaggio su di noi, è un network! Marco Damiani prima di essere un collaboratore esterno era uno staff di Scientology, ma poi è dovuto uscire in seguito ad una condanna e reclusione di un paio d’anni circa per responsabilità in qualità di staff di Scientology.

Poi devo dire che Lorenzo Cordini non è la prima volta che interviene per usare violenza psicologica abusando illegalmente di noi sequestrandoci per circa un’ora!

Come al solito auguro all’avvocato di Scientology Daria Pesce di leggere questo post per avere aggiornamenti sulle operazioni della sua assistita. Preciso questo visto che Daria Pesce continua ad apparire sulle mie linee come ha fatto di recente per impedire alle televisioni con minacce e ricatti anche nei confronti dei giornalisti, di mandare in onda le nostre testimonianze sugli abusi della sua assistita inabissando in questo modo l’informazione di notizie importanti che dovrebbero invece raggiungere il vasto pubblico per fare in modo che nessuno più cada in questa pericolosa setta dalle modalità mafiose/terroristiche. Vuole impedirmi così di dire che Scientology distrugge le famiglie così come ha distrutto la mia e quella di tanti amici miei per mezzo della pratica della Disconnessione forzata, genitori che non vedono più i loro figli. Lo ha fatto anche in una diretta Facebook indetta dalla Dott. Lorita Tinelli Psicologa, dove hanno partecipato personaggi autorevoli, e lo ha fatto inviando una ridicola lettera intimidatoria per tapparmi la bocca e, non solo non c’è riuscita, ma ha fatto anche una pessima figura così come ha affermato nella stessa diretta il sociologo Dott. Antonio Marziale, Presidente Osservatorio sui diritti dei minori, non che Presidente della Commissione Parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza!

Così come lo spero anche per Massimo Introvigne, “esperto in religioni” affinchè la smetta di riempire il web di bugie con i suoi 70 scritti insieme ai suoi degni collaboratori in favore di Scientology affermando che è una “confessione religiosa” quando invece è una pericolosissima e corrotta setta.

Renata Fruscella Lugli