Libricino distribuito dalla Chiesa di Scientology sul CCDU di cui ne ho conservato una copia.

Le menzogne dentro la “Chiesa” di Scientology sono diventate il loro modus operandi nell’ intento di nascondere i continui abusi che avvengono al suo interno.

Adesso vedremo quali sono quelle sulla Disconnessione che hanno assunto diverse interpretazioni nel tempo a seconda se funzionano o meno o per meglio dire, a seconda se vengono sbugiardati con delle inconfutabili evidenze così come vedremo.

Il punto qui è che la mente malata del leader David Miscavige non potrà mai contemplare il concetto che le bugie non funzioneranno mai perchè sono come un castello di sabbia, crollano!

E quando una bugia viene scoperta e quindi fallisce, bisogna trovarne subito un’altra ed un’altra ed un’altra. Ma vediamo perchè: la “Chiesa” sa benissimo che la Disconnessione viola altamente i diritti umani nell’ambito della sacralità della famiglia, per cui cercano di trovare delle “motivazioni” che secondo loro dovrebbero “giustificare” questa pratica disumana, altrimenti verrebbe a cozzare con il loro gruppo di facciata CCDU, Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani come possiamo vedere nell’art.12 del loro opuscolo

Ma vediamo ora quali sono

1) LA PRIMA BUGIA:

“LA DISCONNESSIONE NON ESISTE” , “non c’è nessuna policy scritta (linea di condotta) che parla dell’esistenza della Disconnessione”. Ora vediamo perchè è una bugia vedendo il video della CNN dove il grande giornalista Anderson Cooper dedica cinque puntate ad una trasmissione: “Scientology una storia di violenza”, dove intervista il portavoce della “Chiesa” Tommy Davis che fa questa dichiarazione falsa ma viene subito sbugiardato dal regista premio Oscar Paul Haggis il quale afferma che noi scientologist sappiamo che quella policy esiste, perchè l’abbiamo studiata tutti! Andate al minuto 1:00 di questo VIDEO per vedere questa evidenza, mentre la prima parte del video viene dopo nel tempo, quando cioè il regista Paul Haggis li ha sbugiardati internazionalmente ed ecco che allora hanno dovuto inventare la seconda bugia.

2) LA SECONDA BUGIA:

Ma adesso, visto che non possono più negarla data l’evidenza, ammettono che la Disconnessione esiste però la bugia è stata cambiata con “LA DISCONNESSIONE E’ AUTODETERMINATA”, cioè è la persona stessa che decide se vuole o meno disconnettere, quindi “non è un’imposizione della Chiesa”: enorme BUGIA perchè invece non solo è forzata ma ci sono anche gravi conseguenze se la persona obbligata a disconnettere non lo fa. Questa volta sempre sulla CNN il portavoce della “Chiesa” è affiancato dalla ormai fissa avvocatessa prezzolata di Scientology, Monique Yngling che, per “difendere” la sua assistita Chiesa, afferma falsamente che: “Non è la Chiesa che dice non puoi parlare con quella persona, ma è una sua scelta”. E qui abbiamo le evidenze all’inizio del VIDEO

3) LA TERZA BUGIA:

“CHI HA DISCONNESSO NON E’ CHI E’ DENTRO LA CHIESA, CHI HA LASCIATO LA CHIESA”.  Questo infatti è quello che succede esattamente da varie testimonianze con evidenze, come è successo per esempio a noi con nostro figlio Flavio che, dopo aver Disconnesso da noi nel lontano 2010, ha pronunziato esattamente la stessa frase riportata sopra: “Io non ho mai disconnesso, non sono stato io siete stati voi!” come si può chiaramente sentire dalla sua viva voce in questo VIDEO al 59:15° minuto. Far credere agli adepti una cosa del genere, perchè loro lo credono veramente, evidenzia quanto sia stato magistrale il lavaggio del cervello fatto veramente ad arte al punto di riuscire a far credere una realtà diametralmente opposta: credere che siano stati i genitori ad aver Disconnesso visto che hanno lasciato la “Chiesa”.

Questo non fa altro che evidenziare e confermare ulteriormente che Scientology è una SETTA tra la più pericolose!!!

Stiamo parlando di una prassi standard di lavaggio del cervello, un altro esempio mi giunge da una lettera davvero toccante scritta da una persona dove descrive in modo così autentico le atroci sofferenze subìte dentro la “Chiesa” essendo stata uno staff della Sea Organization, come Flavio, e parla di ciò che ha realizzato circa la Disconnessione una volta uscita da questa setta e confessa delle cose davvero commoventi specie poi per chi le ha vissute e che consiglio a tutti di leggere. Tra le cose che dice è: “non posso ancora immaginare di aver escluso mia madre e mio padre dalla mia vita per tanto tempo, continuando a credere che fossero stati loro a staccarsi da me lasciando la “Chiesa” e non io da loro”. Qui la LETTERA

Ma la bugia è talmente illogica che parla da sè. Per darne un esempio, quando io ho lasciato la religione cattolica per frequentare Scientology, mia madre, donna di Chiesa professante, non ha disconnesso da me perchè ho lasciato la sua Chiesa, nè cambiati minimamente i nostri rapporti.

Questa ripeto, è una delle evidenze inconfutabili della manipolazione mentale/lavaggio del cervello che avviene nello stesso modo sulle diverse persone da non renderle più “diverse” tra loro, da perdere la propria individualità perchè la loro mente adesso è stata programmato in modo uguale e non appartiene più a loro ma all’onnipotente despota David Miscavige!

Sarebbe veramente importante per l’avvocato di Scientology Daria Pesce approfondire onestamente questi concetti per poter prendere davvero consapevolezza di CHI sta difendendo e proteggendo. La “DISCONNESSIONE” è una pratica totalmente contro natura, attraverso la quale il sadico David Miscavige può attuare la sua feroce vendetta sui dissidenti investendosi del diritto ed del potere di distruggere le famiglie.

E poi hanno ancora la faccia tosta di parlare di “confessione religiosa”, specie Massimo Introvigne del Censur collaboratore ben retribuito dalla Chie$a di Scientology!

Renata Fruscella Lugli

“Io non ho mai disconnesso, non sono stato io siete stati voi!”

Pubblicità