Tag

, ,

531px-lisa_raw_scan-2

Lisa McPherson, 10 febbraio 1959, 5 dicembre 1995, Clearwater, Florida,

Su Wikipedia leggiamo:

La morte di Lisa McPherson

Nel 1995 la morte di Lisa McPherson, avvenuta dopo diciassette giorni di segregazione nella camera 174 del Fort Harrison Hotel (struttura che è proprietà di Scientology) a Clearwater in Florida, creò al movimento una pessima pubblicità. Lisa McPherson, originaria del Texas, si era unita a Scientology nel 1977 all’età di 18 anni, era una scientologist che aveva da poco raggiunto lo stato di “Clear” cioè libera da aberrazioni e comportamenti irrazionali. Si calcola che durante tutto il periodo in cui era stata in Scientology (18 anni), Lisa abbia “donato” alla Chiesa circa 125.000 dollari.

Nel 1994 Lisa aveva cercato di uscire dal movimento senza riuscirci. Nel giugno del 1995, la Chiesa di Scientology sottopose Lisa all’Introspection Rundown perché ritenuta mentalmente instabile[27]. Una volta giudicata guarita, Lisa attestò lo stato di Clear nel settembre del 1995[27]. Il 18 novembre 1995, Lisa McPherson fu coinvolta in un piccolo incidente stradale mentre era a bordo della sua Cherokee Jeep del 1993. Uscita dall’auto si era spogliata nuda in mezzo al traffico cittadino[28] .

I paramedici decisero di portarla al Morton Plant Hospital per accertamenti. Ad un certo punto Lisa disse ai paramedici che si era spogliata per essere portata al sicuro, il personale ospedaliero la dichiarò illesa ma decisero di tenerla una notte per l’osservazione. Ricoverata nel reparto psichiatrico per accertamenti, contro il parere medico aveva chiesto di essere dimessa (gli scientologist mantengono un atteggiamento ostile nei confronti della psichiatria e delle sue pratiche) e si era affidata alle cure dei compagni scientologist al Fort Harrison Hotel, dove poi troverà la morte dopo 17 giorni di segregazione nella camera 174 del Fort Harrison Hotel a Clearwater in Florida[29]Il rapporto del medico legale riferì di segni di disidratazione, costrizione fisica e forte deperimento.

Durante i 17 giorni di prigionia, Lisa fu sottoposta nuovamente all’Introspection Rundown, non poteva parlare con nessuno, non poteva guardare la TV, telefonare o avere alcun contatto con l’esterno.[30]Scientology negò ogni sua implicazione e contestò tenacemente la versione offerta dal medico legale, dando origine a un caso giudiziario tra l’organizzazione, la procura e la famiglia della ragazza.

Lo Stato della Florida arrivò alla conclusione che Lisa McPherson era stata vittima di una Setta. la Chiesa di Scientology fu incriminata di omicidio colposo, abuso / negligenza di un adulto disabile e abuso della professione medica.[31] Anche l’attuale leader di Scientology David Miscavige venne citato in giudizio nella causa civile su richiesta del giudice James S. Moody nel 1999.[32]

La causa civile intentata dalla famiglia della vittima contro la Chiesa di Scientology è stata regolata il 28 maggio 2004. Fanny McPherson, madre di Lisa, continua ancora oggi la sua battaglia contro Scientology[33].

Ma adesso sappiamo in che modo è stata regolata la causa civile 

Ce lo spiega un alto dirigente della Chiesa di Scientology che fu testimone di quello che accadde in quanto diresse la gestione della Chiesa sul caso Mc Pherson, il suo nome è Marty Rathbun uscito in seguito da Scientology alla fine del 2004.

Lui afferma che la Chiesa di Scientology insieme al suo leader David Miscavige, hanno corrotto il sistema giudiziario della Florida. Questa affermazione è credibile se si tiene conto che proprio Marty Rathbun dice di aver partecipato lui stesso a questa corruzione.

Marty Rathbun afferma che la chiave nel caso McPherson è stato il fatto che il Medico Legale Joan Wood, che aveva fatto l’autopsia e determinato la causa della morte dovuta ad una embolia alla disidratazione subita mentre era al Fort Harrison Hotel “in custodia” della Chiesa, ha poi però in seguito modificato la sua valutazione.  Marty Rathbun spiega come Joan Wood arrivò a modificare la sua valutazione.

a4s_wood073011_185056c

La Chiesa riuscì a corrompere l’avvocato del medico legale Wood per persuaderla a modificare quello che aveva scritto sul certificato di morte di Mc Pherson. La convinzione a ritrattare si basava su due fatti, dicendole che la Chiesa l’avrebbe rovinata finanziariamente facendole causa e che questo avrebbe minato la sua reputazione e la sua licenza medica.

Un altro modo usato è stato di convincere Wood che la sua valutazione sulla morte di Mc Pherson poteva essere sbagliata.  Marty Rathbun di persona allora contatta e incontra alcuni medici che erano molto stimati da Joan Wood per avere una loro valutazione che dovesse contrastare quella di Wood; le cifre pagate a questi medici sono state stratosferiche per ottenere quanto richiesto da Marty Rathbun.

Inoltre per avere completamente dalla loro parte l’avvocato gli fu regalato un paio di gemelli da qualche migliaia di dollari ed un invito a cena insieme a sua moglie seduti al tavolo con John Travolta.

Presa dall’intervista di Marty Rathbun con Mark Bunker.


Trovo che questo avvenimento sia molto significativo per capire fino a che punto la “Chiesa” di Scientology nella persona del suo leader David Miscavige possa spingersi pur di farla franca sul crimine commesso circa l’abuso della professione medica che causò la morte di Lisa McPherson. 

Abbiamo visto che lo ha fatto sborsando cifre altissime per cambiare il certificato di morte di questa povera ragazza che rappresentava la prova principale della sua colpevolezza e quant’altro. E così la povera Lisa se n’è andata in una una stanza di Hotel di proprietà della Chiesa di Scientology lontana dai suoi genitori i quali non sono stati neppure avvisati e questo è inconcepibile.

Questa povera ragazza di appena 36 anni poteva essere salvata se la “Chiesa” di Scientology avesse avvisato i genitori che sarebbero venuti a prenderla e curarla appropriatamente, invece è stata “curata” dalla “Chiesa”. Questi operati sono inauditi, irresponsabili e criminali, si tratta di abuso indebito della professione medica.

Ed io come faccio a non pensare che una cosa del genere possa succedere a mio figlio Flavio che lavora proprio dove è morta Lisa e che non sento dal 2010 da quando cioè è stato costretto ad applicare la disumana pratica della Disconnessione che vige categoricamente in Scientology. Mio Dio, spero che una cosa del genere non accada più a nessuno!!!!!

Personalmente non capisco come fa l’avvocato di Scientology, Daria Pesce, che non può non conoscere anche questo avvenimento, continuare a difendere e proteggere questo psicopatico individuo David Miscavige&Co. Bè si sa, ognuno ha diritto ad avere un avvocato specialmente se è miliardario come lui. Ed anche se lei signora lavora in Italia per la “Chiesa” di Scientology non può giustificarsi nel dire o pensare che qui in Italia “le cose sono diverse” perchè in Italia non si muove neppure una sedia se non lo dice il Grande Capo, compreso il rilascio di mio figlio Flavio, che lei ha infangato nominandolo falsamente nella la sua lettera intimidatoria che non ha fatto altro che farle fare una pessima figura a più di mille partecipanti alla diretta FB più alle persone autorevoli presenti. Conclusione cara signora lei lavora direttamente alle dipendenze David Miscavige!

Che dire poi dell'”illustre esperto di religione” Massimo Introvigne del Cesnur, apologeta di Scientology ben retribuito che, parlando della povera Lisa McPherson si è ridotto a scrivere semplicemente: ” – la Chiesa, accusata di negligenza nella gestione della sua malattia, ha visto archiviare la relativa azione penale nel 2000, e ha transato a titolo oneroso la causa civile nel 2004, senza per questo porre fine alle polemiche”. Limitarsi a scrivere così di una faccenda estremamente triste e macabra malgrado le evidenze inconfutabili, si chiama spazzatura disonesta oltre che servilismo a David Miscavige.

Tanto per comprendere l’entità di questo macabro avvenimento ecco una delle foto che fa vedere in che stato la povera Lisa è stata trovata a causa degli abusanti della professione medica di Scientology!

Ecco come è stato trovato il corpo di Lisa dopo 17 giorni di segregazione
Così è come appariva il corpo di Lisa all’esame per il rapporto del medico legale

Renata Fruscella Lugli